Italia d’argento nella team sprint di Lahti, Pellegrino e Noeckler migliorano il bronzo di Falun

Splendida Italia nella Team sprint a tecnica classica dei Mondiali di Lahti e splendida medaglia d’argento per Federico Pellegrino e Dietmar Noeckler, che migliora il bronzo già conquistato dalla coppia azzurra due anni fa, nella rassegna iridata di Falun. Davanti resta solo l’oro di Zorzi e Pasini nella Team sprint di Sapporo 2007, ma quest’Italia gioisce, perché, dopo l’oro di Pellegrino nella sprint d’apertura, porta a due metalli il medagliere, lasciando ben sperare per il prosieguo.

pellegrino noeckler1Sono davvero molto contento, penso che entrambi abbiamo fatto un’ottima gara – commenta Noecklercercavamo questo podio con tutte le nostre forze. Avevamo materiali velocissimi e  bisogna fare grandi complimenti agli skimen. Dopo il bronzo di Falun questo è un ottimo risultato e ora l’obiettivo va alla gara dell’anno prossimo alle Olimpiadi“. Al settimo cielo anche Pellegrino: “sapevo che era una gara in cui potevamo giocarci una medaglia, ma in tecnica classica fatico un po’ di più. Dopo la medaglia d’oro ho faticato a dormire. Poi mi sono rigenerato, grazie allo staff di casa Italia. Penso che ce la siamo giocata bene. Alla fine eravamo in quattro a giocarci tre medaglie. Le gambe di Norvegia e Finlandia hanno un po’ ceduto nel finale. Anche io mi sono dovuto rialzare, ma il russo ormai era andato. In una carriera fortuna e sfortuna si bilanciano: tante volte sono stato sfortunato, oggi un po’ di fortuna è toccata anche a me“.