spada femminile
LaPresse/Gian Mattia D'Alberto

Nella tappa di Legnano della Coppa del Mondo di spada femminile, la migliore azzurra è Marta Ferrari che esce di scena ai quarti di finale

Sventola ancora la bandiera estone al cielo di Legnano. Così come l’anno scorso, a vincere la tappa italiana del circuito di Coppa del Mondo di spada femminile è un’atleta portacolori dell’Estonia.

LaPresse/Gian Mattia D'Alberto
LaPresse/Gian Mattia D’Alberto

A festeggiare il successo del 41° trofeo ‘Carroccio‘ è infatti Julia Beljajeva, che in finale supera per 12-8 la francese Lauren Rembi, con la tunisina Sarra Besbes e l’ucraina Dzhoan Bezhura a completare il podio. L’Italia si ferma ai piedi del podio, con Marta Ferrari che è la migliore delle azzurre in gara. L’atleta emiliana infatti esce sconfitta col punteggio di 15-10 dall’assalto dei quarti di finale contro la numero 1 del ranking mondiale, la tunisina Sarra Besbes. Stop nel turno delle 16 per Roberta Marzani ed Alberta Santuccio. Si era concluso nel turno delle 32 l’avventura di Mara Navarria, superata per 15-10 dalla sudcoreana Choi, e di Gaia Traditi, sconfitta per 15-9 dalla francese Lauren Rembi.

LaPresse/Daniele Badolato
LaPresse/Daniele Badolato

La più giovane della pattuglia azzurra, nel primo turno di giornata si era aggiudicata il derby contro Rossella Fiamingo per 15-13. Oltre all’argento olimpico di Rio 2016, a fermarsi nel turno delle 64 erano state anche Alice Clerici, Francesca Boscarelli, Nicol Foietta ed Eleonora De Marchi. Il ct Sandro Cuomo guiderà domani nella gara a squadre una formazione composta, oltre che da Giulia Rizzi, anche da Rossella Fiamingo, Mara Navarria ed Alberta Santuccio. Per l’Italia la prima sfida sarà nel turno delle 16, alle 10.40, contro gli Stati Uniti. (ITALPRESS)