Sacchi Allegri
Jonathan Moscrop

Arrigo Sacchi lancia la corsa Champions della Juventus, prima però bacchetta Allegri: “Prima faceva un gol e si chiudeva”

LaPresse/Daniele Badolato
LaPresse/Daniele Badolato

Sacchi ‘lancia’ la Juventus – Pronostico Champions, firmato Arrigo Sacchi. L’ex allenatore del Milan commenta le vicende di Champions e lancia la corsa europea della Juventus:è morto un re, il Barcellona. C’è un altro sovrano che continua a imporre le sue regole, il Real Madrid, ma c’è pure uno spazio nel quale infilarsi per arrivare al trono. E per questa scalata vedo benissimo la Juventus: sta crescendo e, al momento, con il Real è la più seria candidata al trionfo. E’ da tempo che il Barcellona non è più il Barcellona. Non si vede più quella squadra aggressiva, ordinata e affamata che abbiamo ammirato. I catalani hanno dominato per dieci anni, imponendo un gioco che a tratti era davvero stupendo: hanno dato lezioni di calcio a tutto il mondo. Adesso si sono fermati, e anche Messi non riesce più a saltare l’avversario perché è la macchina che non funziona”, le parole di Sacchi alla Gazzetta dello Sport.

LaPresse/Daniele Badolato
LaPresse/Daniele Badolato

Sacchi ‘lancia’ la Juventus – Arrigo Sacchi che vede la Juventus tra le favorite: “ha una società forte con idee chiare. Ha un allenatore capace, intelligente e concreto, e giocatori che interpretano bene lo spartito. Allegri? Faceva il minimo indispensabile, un gol e poi si chiudeva. Adesso ricerca il gioco, aggredisce. E poi ci sono cose che fanno capire che il salto di qualità è stato fatto. Higuain? Lo seguo da dieci anni, posso sostenere di conoscerlo abbastanza bene. Centravanti eccezionale, però non è mai stato un leader, un uomo-squadra. Alla Juve, invece, sì. Fra i bianconeri ci sono giocatori che sanno di essere all’ultima possibilità della carriera e daranno l’anima per arrivare al traguardo”.