MAURO SALA

Secondo tempo fatale alle Zebre, a Parma passano gli Ospreys 40-10

Dopo due fine settimana di pausa per l’inizio del RBS 6 Nazioni che ha visto 15 Zebre convocate dalla nazionale italiana, il XV del Nord-Ovest ha ritrovato il rugby giocato questa sera davanti al pubblico di casa dello Stadio Lanfranchi. Avversari di turno di Geldenhuys e compagni i gallesi Ospreys imbattuti da tre mesi e al momento secondi nella classifica del torneo celtico che riprende il suo calendario archiviata la fase a gironi delle coppe europee. Il XV di coach Jimenez ha potuto riabbracciare tre nazionali liberati dagli Azzurri che domani ospitano l’Irlanda a Roma: il centro Boni e la terza linea Ruzza. Tre i nazionali liberati anche dal Galles per gli Ospreys tutti nel reparto degli avanti: la formazione di base a Swansea si é presentata a Parma senza 8 giocatori impegnati domani a Cardiff contro l’Inghilterra.

Le impressioni dell’head coach Victor Jimenez raccolte in sala stampa al termine della partita: “rivedremo la gara per capire meglio cos’è successo nel secondo tempo: ci sono state diverse situazioni che ci hanno portato a non sostenere il loro ritmo nella ripresa, mentre nel primo tempo abbiamo difeso bene con tanta voglia e coraggio. In conquista siamo stati abbastanza competitivi, ma a questo livello non basta. Nella ripresa siamo partiti poco aggressivi subendo una meta dopo una lunghissima fase: a questo livello si giocano anche azioni così e dobbiamo essere all’altezza anche in queste situazioni. In questo periodo del Sei Nazioni scendono in campo atleti utilizzati meno durante la stagione che cercano di fare bene: nella foga commettono a volte dei falli che ci hanno portato nel secondo tempo a subire tre gialli ed a 40 minuti di sofferenza. Lunedì in base al check medico ed ai giocatori a disposizione dalla nazionale prepareremo la gara in Galles contro gli Scarlets”.

Le dichiarazioni di Quintin Geldenhuys in sala stampa al termine del match: “sono contento dei primi 39 minuti, giocati bene con intelligenza contro una buona squadra che merita la classifica che ha. Poi sono arrivati molti errori individuali. Nella ripresa dovevamo attaccare di più e tenere il possesso per allentare la pressione in difesa e giocare nel loro campo. In questo momento siamo pochi ma c’è un buon gruppo che ha voglia di giocare e chiudere bene la stagione. Giochiamo con tanto coraggio ma manchiamo di lucidità col possesso; dobbiamo migliorare l’uscita al piede dal nostro campo per mettere gli avversari sotto pressione. La settimana prossima in pochi giorni di lavoro dovremo risolvere alcuni problemi, sono molto fiducioso per il futuro perché il gruppo è positivo”.

Le Zebre si ritroveranno alla Cittadella del Rugby di Parma lunedì 13 Febbraio per preparare il prossimo impegno ufficiale. Venerdì 17 Febbraio i bianconeri giocheranno al Parc Y Scarlets di Llanelli (Galles) contro gli Scarlets nel quindicesimo turno del Guinness PRO12.