LaPresse/Enrico Locci

Soddisfatto per la vittoria del Pescara sul Genoa, Zeman applaude i suoi giocatori ma rifila una bordata a Massimo Oddo

Non abbiamo fatto tutto, ma i ragazzi hanno fatto sapere che si impegnano, che sono concentrati. Siamo contenti per aver finalmente rotto l’incantesimo“.

LaPresse/Fabio Urbini
LaPresse/Fabio Urbini

Zdenek Zeman si gode lo strepitoso ritorno sulla panchina del Pescara, che dopo 25 partite vince finalmente la prima partita sul campo strapazzando per 5-0 un Genoa irriconoscibile. “I tifosi? Non voglio fare delle scelte, dico che mi piacerebbe se venissero ad aiutarci, oggi ce l’abbiamo fatta anche senza loro, spero si convincano – afferma il tecnico boemo ai microfoni di Premium Sport – gli schemi? Il gol su calcio d’angolo l’abbiamo provato una volta, con altre squadre ho provato per anni e anni senza mai riuscirci… Potevo fare poco in due giorni con le indicazioni che ho dato, ma i movimenti li hanno presi sul serio e ci sono riusciti. Contento per loro, basta che non pensino sia finita“.

LaPresse/Fabio Urbini
LaPresse/Fabio Urbini

Zeman poi lancia una stoccata al suo predecessore, Massimo Oddo: “non li ho trovati bene fisicamente. Martedì cominciamo a lavorare sul serio, faremo i mille metri e anche i gradoni. Cambiare non è mai facile, mancava l’applicazione. Speriamo di continuare a lavorare con l’entusiasmo, come singoli non abbiamo dei giovanissimi, abbiamo qualche vecchio, che voglio fare giocare. Cerri però che è giovane ha fatto una grande partita“. A chi gli chiede se abbia ricevuto altre proposte in questi mesi, Zeman ammette che “sì, all’estero sì, lontano dall’Italia, ma non dalla Cina. Lì non mi conoscono, e poi – conclude – non è cosa per me“. (ITALPRESS)