La notizia di una probabile acquisizione di Opel da parte di PSA sta scuotendo il settore automotive e i mercati finanziari

C’è grande fermento nel settore automotive: la notizia che General Motors potrebbe cedere Opel al Gruppo  PSA (Peugeot, Citroen e DS) ha regalato  una grossa scossa ai mercati. Nonostante si tratti di un annuncio di una trattativa appena iniziata, i titoli dei due gruppi sono schizzati rispettivamente del 4,3% e  del 4,8%, ma forse non tutti sanno che anche un terzo Gruppo automobilistico potrebbe trarre grossi vantaggi dall’operazione.

LaPresse/Reuters
LaPresse/Reuters

Stiamo parlando di FCA (Fiat-Chrysler) – un tempo anch’essa interessata ad Opel – che dopo la possibile acquisizione di Opel da parte di GM potrebbe approfittare della situazione per  trattare nuovamente con General Motors per una inedita alleanza.

In questo caso FCA e GM insieme rappresenterebbero il 31% del mercato negli Stati Uniti e il 36% in Brasile, inoltre questa operazione permetterebbe a GM di rimanere sul ricco mercato europeo, senza però le continue perdite registrate negli ultimi anni dalla Casa del Fulmine. In un comparto come quello automotive sempre più globale, dove per resistere bisogna giocare sempre più su scala mondiale sfruttando sinergie e ottimizzando i costi di produzione, l’unica strada per il successo è quella delle grandi acquisizioni e di Gruppi di dimensioni sempre maggiori, proprio come ci insegna Volkswagen, forte di dodici marchi provenienti da sette diversi paesi europei.