LaPresse/Daniele Badolato

L’ex attaccante della Juventus e dell’Italia campione del mondo, commenta così lo screzio tra Bonucci e Allegri

LaPresse/Daniele Badolato
LaPresse/Daniele Badolato

Bonucci-Allegri, decisione Juventus – “Quello che è accaduto in campo a Torino poteva accadere in qualunque altro campo, sono episodi, quelli che qualche giocatore, ogni tanto, manda qualche vaffa all’allenatore, può succedere”. Paolo Rossi, ex giocatore della Juventus, commenta così, a “Tutti Convocati” su Radio 24, lo scontro tra Bonucci e Allegri che ha portato all’esclusione del difensore dalla gara di stasera a Oporto. “Alla Juventus questo non deve succedere, ricordo che un anno sono stato sostituito 19 volte da Trapattoni e mai mi sarei sognato di mandarlo a vaffa… non dicevo una parola, ma anche la forma è importante e anche farlo davanti ad un pubblico farlo platealmente cosi non sta bene. Io credo che la Juventus e Allegri abbiano fatto bene anche perché credo che sia corretto prendere qualche decisione importante affinche’ questo non accada piu’, dev’essere un monito per il futuro”.

LaPresse/Daniele Badolato
LaPresse/Daniele Badolato

Bonucci-Allegri, decisione Juventus – Secondo Rossi, la decisione di lasciare fuori Bonucci dall’incontro con il Porto non e’ stata presa solo dall’allenatore. “Mi sembrerebbe abbastanza strano, perche’ alla Juventus si decide con la societa’, non credo che la societa’ dia carta bianca in tutto e per tutto ad Allegri. Credo che questa decisione sia stata presa di concerto con la societa’, poi che si assuma la responsabilita’ Allegri va bene, ma io penso che quanto meno ci sia una condivisione dell’idea. Alla Juventus in generale e’ molto piu’ forte il gruppo che non il singolo ed e sempre stato cosi, e tutte le decisioni sono state prese a favore del collettivo e mai del singolo giocatore, alla Juventus interessa poco che Higuain vinca il titolo di capocannoniere, alla Juventus contano gli obiettivi“. (ITALPRESS).