FILIPPO RUBIN

Si gioca nel week-end la diciottesima giornata del campionato di serie A1 di pallavolo femminile: ecco l’analisi di tutti gli incontri

Ultimo quarto della Regular Season, cinque giornate per conoscere i primi verdetti ufficiali della Samsung Gear Volley Cup di Serie A1: le prime sei della classifica si qualificheranno direttamente per i quarti di finale dei Play Off Scudetto, le squadre tra la 7^ e la 10^ posizione affronteranno l'”anticamera” degli ottavi, mentre le ultime due retrocederanno in Serie A2. Nel diciottesimo turno di Campionato, testa-coda tra Club Italia Crai e Imoco Volley Conegliano. Le pantere, approfittando del posticipo del match tra Il Bisonte Firenze e la Pomì Casalmaggiore, possono aumentare la distanza tra sé e le inseguitrici. L’Igor Gorgonzola Novara, attualmente terza, sarà di scena nell’anticipo del sabato al PalaPanini contro la Liu Jo Nordmeccanica Modena (differita alle 23.30 su Rai Sport + HD, canale 57 del digitale terrestre). Domenica pomeriggio alle 17.00 e in diretta su LVF TV il Saugella Team Monza ospita la Foppapedretti Bergamo, mentre sa di ultima chiamata per la Metalleghe Montichiari l’impegno interno con un Sudtirol Bolzano in continua crescita e ora settimo.

LA GIORNATA
Ottenuta l’assegnazione della Final Four di Champions League, e con essa il diritto di parteciparvi il prossimo 22-23 aprile, l’Imoco Volley Conegliano si tuffa di nuovo nella Samsung Gear Volley Cup, forte di un primato che si è fatto via via più saldo. In poco più di una settimana, infatti, le pantere di Davide Mazzanti hanno superato la Pomì Casalmaggiore e si sono costruite un bel vantaggio (4 punti), che si potrà ulteriormente dilatare domenica sera, visto che le rosa disputeranno il proprio match della 18^ giornata solo il 2 marzo contro Il Bisonte Firenze. Così le trevigiane, impegnate al PalaYamamay nel primo match del Volley Day con il Club Italia Crai, possono rafforzare ancor più la leadership: “In queste partite cerchiamo di dare continuità al nostro sestetto, quello che ha giocato le ultime due partite – anticipa Davide Mazzanti, coach dell’Imoco Volley -. Abbiamo ancora qualcosa da migliorare, vogliamo alzare l’asticella e il livello di gioco per giocarci poi le nostre carte nelle finali di Coppa Italia con questo assetto. Il Club Italia sarà un test importante, loro hanno ottime potenzialità e hanno frecce importanti nel loro arco come Egonu che ha anche cambiato posizione, cercheremo di arginarla. Ma più che alle avversarie penso a noi, da una parte vogliamo vincere e continuare la striscia, dall’altra vogliamo migliorarci laddove abbiamo qualche mancanza come ad esempio la fase di contrattacco”. Le azzurrine di Cristiano Lucchi hanno visto allontanarsi a 6 lunghezze la quota salvezza, serve una prestazione scintillante per conquistare punti: “Nel girone di ritorno ci siamo unite molto di più e abbiamo cominciato a lottare tutte insieme per lo stesso obiettivo – rivela Vittoria Piani, opposta del Club Italia -. Onestamente a inizio stagione non pensavo che il livello sarebbe stato così alto, considerando la giovanissima età delle giocatrici. Qualche difficoltà era preventivabile, ma sono fiera di come ci stiamo comportando”.

Sempre sul tappeto rosa e viola del PalaYamamay, al termine del match delle 15.00, si sfideranno Unet Yamamay Busto Arsizio e Savino Del Bene Scandicci, divise in classifica da quattro punti: le farfalle occupano la sesta posizione a quota 25, mentre le toscane, reduci da tre vittorie consecutive, sono un gradino più sopra con 29. Pisani e compagne, reduci dalla sconfitta infrasettimanale di Cremona con Casalmaggiore, hanno ripreso oggi gli allenamenti consapevoli della difficoltà dell’impegno. Con Vasilantonaki pronta e già vista in campo mercoledì al Pala Radi e con Stufi che potrebbe finalmente ritrovare il campo, è comunque probabile che coach Marco Mencarelli riproponga, almeno in avvio, il sestetto visto nelle ultime uscite. Come detto, arduo sarà l’impegno per le farfalle, che si troveranno di fronte tante ex che non hanno bisogno di presentazioni: Aneta Havlickova, Valentina Arrighetti, Floortje Meijners e Lucia Crisanti sono nomi familiari ai tifosi biancorossi, che si annunciano numerosi sugli spalti del Palayamamay. Nelle fila bustocche altre due ex della partita: Federica Stufi e Valentina Fiorin. Coach Alessandro Beltrami punta a proseguire la striscia di successi consecutivi sulla sua nuova panchina. “La squadra sta lavorando molto bene e di questo sono molto contenta – afferma Adenizia Da Silva, centrale brasiliana della Savino Del Bene -. Le vittorie fanno sempre bene al morale e noi, dopo queste tre consecutive, vogliamo continuare a vincere! Sappiamo che in vista dei nostri obiettivi stagionali il lavoro da fare è ancora molto perché non siamo ancora al 100% della condizione. Siamo una squadra forte e domenica ci aspetta una partita contro una squadra altrettanto forte. In casa loro, davanti al loro pubblico, non sarà facile ma stiamo crescendo molto e siamo pronte per la sfida!”.

L’anticipo del sabato coinvolge Liu Jo Nordmeccanica Modena e Igor Gorgonzola Novara, due delle quattro squadre che parteciperanno alla Final Four Samsung Galaxy A Coppa Italia. Le bianconere di Marco Gaspari sono chiamate a un’importante reazione dopo il duro ko interno subito nel turno infrasettimanale per mano del Saugella Team Monza, che ha significato la discesa all’ottavo posto della classifica. Anche le azzurre di Marco Fenoglio vengono da due sconfitte consecutive, ma non hanno perso la terza posizione conquistata grazie ai 9 successi di fila precedenti. “Sarà un match importante – avvisa la regista olandese Laura Dijkema – perché ci servono punti utili a mantenere una posizione al top nella Regular season, visto che arriviamo da due sconfitte. Modena è una squadra di livello, con giocatori importanti e che, come noi, ha voglia di rivalsa perché nell’ultimo turno è stata sconfitta per 3-0. Giocheranno in casa e saranno molto motivate dal proprio pubblico, da parte nostra servono determinazione e pazienza. Tre partite in una settimana è un ritmo pesante ma è il momento di mettere in campo ancora una volta tutto quello che abbiamo. Abbiamo avuto una striscia positiva importante e nel corso di una stagione va accettata una sconfitta quando arriva contro un avversario che gioca una grande partita. L’importante è non perdere per proprie mancanze. Per questo il nostro obiettivo primario è giocare al nostro livello, con l’energia e la determinazione che abbiamo messo in campo sempre e, così facendo, il ritorno alla vittoria non sarà un problema”.

Una si è allontanata dalla zona retrocessione grazie a un’autorevole affermazione esterna su Modena, l’altra ha mantenuto il quarto posto in classifica nonostante un roster ridotto numericamente e scelte praticamente obbligate. Stati d’animo positivi quelli di Saugella Team Monza e Foppapedretti Bergamo, che si affrontano per obiettivi concreti: le brianzole di Davide Delmati potrebbero mettere altro margine tra se e il penultimo posto, mentre le orobiche di Stefano Lavarini devono sprintare per avvicinarsi a Novara e tenere a bada i propositi di sorpasso di Scandicci. “Contro Modena abbiamo espresso una prestazione di grande livello che ci ha permesso di portare a casa tre punti e tenere a distanza Montichiari – racconta Francesca Devetag, centrale Saugella Team Monza -. Bergamo è un avversario tosto che conosciamo bene, considerato il fatto che l’abbiamo affrontato spesso in questa stagione complici gli allenamenti congiunti disputati, e sicuramente potrà essere un vantaggio per noi. C’è grande voglia di tornare a sorridere anche davanti al nostro pubblico, quindi saremo motivate al massimo per replicare la bella prova di mercoledì e proseguire il buon momento di queste ultime uscite”. “Con Monza all’andata abbiamo combattuto una lotta infinita – sottolinea Stefano Lavarini, coach della Foppapedretti -. È una squadra per noi particolare, perché ha caratteristiche con cui non ci incastriamo perfettamente. Tra l’altro ora hanno anche Tomsia, quindi un’alternativa in più, sono forsennate in difesa e battuta, qualità che noi dovremo contrastare con grossa attenzione e spinta. Quindi ci mettiamo bene in testa questo obiettivo e cerchiamo di andare là a fare il meglio possibile”.

Il brutto ko del PalaNorda ha raffreddato gli animi della Metalleghe Montichiari, che oltre alla battuta d’arresto sul piano del risultato – un 3-0 che non ha ammesso repliche – non ha espresso grinta e determinazione che spesso l’hanno contraddistinta. L’occasione del riscatto c’è, per riconquistare la fiducia di tutto l’ambiente e per ridurre il divario dalla quota salvezza (ora di 4 punti). Il problema per le bresciane di Leonardo Barbieri si chiama Sudtirol Bolzano, una formazione che con il successo in rimonta su Firenze ha scavalcato Modena e si è installata in settima posizione, non troppo lontana dalla sesta. Le ragazze di Francois Salvagni, digeriti i ko con Conegliano e Casalmaggiore, ha messo insieme cinque punti e sa che in caso di vittoria otterrebbe matematicamente la salvezza. Se domenica a Montichiari il Südtirol Bolzano dovesse cogliere 2 punti vincendo 3-2 allora il margine di vantaggio sulla zona retrocessione sarebbe di 12 punti a quattro gare dal termine della stagione regolare. Che vorrebbe dire, comunque, salvezza certa e playoff in tasca visto che a livello matematico le lombarde potrebbero ancora agganciare a quota 25 punti le altoatesine, ma sarebbero comunque dietro per un minor numero di vittorie. Attualmente, infatti, le ragazze di Salvagni hanno 7 successi contro i 3 del Metalleghe, vincendo 3-2 domenica questo divario andrebbe a +5 (8 successi a 3) e con sole quattro gare ancora a disposizione le monteclarensi non riuscirebbero più ad agganciare le bolzanine in quanto a successi. Anche nel caso in cui, per una combinazione di risultati, si arrivasse ad avere 12 punti sul Club Italia la situazione sarebbe la medesima: con 2 vittorie contro 7 in caso di successo delle altoatesine a Montichiari le arancioblù diventerebbero irraggiungibili per numero di vittorie.