LaPresse/Xinhua

A causa di mancanza di unità di intenti, Budapest ha sospeso la propria candidatura per ospitare le Olimpiadi del 2024

La corsa ai Giochi Olimpici del 2024 potrebbe perdere un’altra concorrente. Dopo Roma, anche Budapest è a un passo dal ritiro. Il Comitato promotore ha annunciato di aver sospeso la candidatura: congelati tutti i contratti già firmati e stop alla distribuzione dei fondi previsti.

LaPresse/Reuters
LaPresse/Reuters

Un passo reso necessario fino a quando “non si ritroverà l’unità attorno alla candidatura di Budapest“. Ma l’impressione è che la capitale ungherese farà alla fine dietrofront. La prossima settimana è previsto un incontro fra il sindaco Istvan Tarlos e il premier Viktor Orban e il confronto riguarderà anche l’iniziativa del movimento giovanile Momentum Mozgalom che sta portando avanti la campagna “NOlimpia” e che sostiene di aver già raccolto ben oltre le firme necessarie per un referendum sulla candidatura (266.151 ma ne bastavano 138.000). Se Budapest dovesse quindi ritirarsi, a settembre la lotta per ospitare i Giochi del 2024 si ridurrà a una sfida fra Parigi e Los Angeles. (ITALPRESS)