Cesare Butini, direttore tecnico della Nazionale italiana di nuoto, analizza i raduni di fondisti e mezzofondisti

Domenica sono rientrati in Italia il gruppo di fondisti e mezzofondisti composto da Paltrinieri, Detti, Glessi, Di Fabio, Megli, Caramignoli, Polieri, Cusinato, Quadarella e guidato dal tecnico federale Stefano Morini dopo il periodo di allenamento svolto in altura a Flagstaff (24 giorni), cui è seguito un periodo di allenamento a Fort Lauderdale insieme ai nuotatori Pellegrini, Zofkova, Pizzini e Magnini con il tecnico federale Matteo Giunta, che attualmente stanno continuando a lavorare in Florida.

luca dottoA quest’ultimo gruppo di nuotatori si sono appena aggiunti Dotto, Izzo, Sabbioni, Vendrame, Martinenghi e Carini insieme al tecnico federale Claudio Rossetto e al tecnico Luca Corsetti. Le due selezioni si trasferiranno il 1° marzo a Indianapolis per disputare la tappa dell’Arena Series in programma dal 2 al 4 marzo. Sempre nell’ottica di coniugare preparazione e competizione, un altro gruppo di atleti composto da Ferraioli, Di Pietro, Pezzato, Carraro, Castiglioni e Rivolta – attualmente in raduno presso il centro T3 di Tenerife con il tecnico federale Gianni Leoni e il tecnico Mirko Nozzolillo – parteciperà al MOM di Marsiglia “Camille Muffat” in programma dal 3 al 5 marzo prossimo.

I report dei tecnici responsabili dei raduni sono positivi – spiega il direttore tecnico della squadra nazionale Cesare Butini – Tutti gli atleti si stanno allenando con impegno e determinazione. L’unica nota stonata e’ la forzata rinuncia di Fabio Scozzoli, al quale va il mio piu’ incoraggiante in bocca al lupo per una veloce ripresa

LaPresse/Gian Mattia D'Alberto
LaPresse/Gian Mattia D’Alberto

Siamo impegnati su tanti fronti nell’ottica di dare ai nostri atleti di punta gli giusti stimoli e soprattutto condizioni di allenamento idonee e motivanti. E’ importante anche l’abbinamento dei raduni di preparazione in relazione alla partecipazione a competizioni di alto livello come Indianapolis e Marsiglia con lo scopo di verifica del lavoro svolto e di crescita del valore esponenziale dei nostri atleti. In questi gruppi – sottolinea Butini – sono stati inseriti alcuni giovani del progetto under 20 che ha come obiettivo principale la crescita dei giovani talenti in funzione del prossimo quadriennio. Al meeting di Marsiglia la rappresentativa italiana sara’ integrata, sempre confidando nell’importanza della competizione, da altri nuotatori – conclude Butini – Desidero ringraziare il nostro ufficio logistico che ha gestito in modo egregio l’onerosa parte organizzativa del progetto“. (ITALPRESS).