LaPresse/Alfredo Falcone

La dichiarazione di Nainggolan ha scatenato un polverone, ma a Roma non si sorprendono

LaPresse/Gerardo Cafaro
LaPresse/Gerardo Cafaro

Radja Nainggolan, rintracciato da un gruppo di tifosi all’uscita di un locale, ha lanciato molte accuse pesanti nei confronti della Juve, con tanto di sigaretta in bocca. Ovviamente il video è diventato virale e la vicenda ha creato moltissime polemiche. La notizia che più fà scalpore è che la Roma non ha preso nessun provvedimento riguardo all’accaduto, anzi in casa giallorossa, sembravano essere tutti consapevoli del tipo di vita che Nainggolan conduce fuori dal campo.

La Gazzetta dello Sport ha dato voce ad alcuni funzionari che lavorano a Trigoria, riguardo al comportamento assunto dal giocatore, ma la loro risposta è del tutto inaspettata: “Non c’è nulla che non sapevamo. A Radja Nainggolan piace fumare, andare in giro la notte e odiare la Juve”.

Nainggolan non subirà quindi nessuna conseguenza, dopo le forti dichiarazioni rilasciate, infatti la società non solo non prenderà dei provvedimenti, ma addirittura conosceva già l’odio profondo del giocatore nei confronti dei bianconeri, oltre al suo piacere nel fumare e nel fare tardi la notte.