LaPresse/Xinhua

La decisione di Loris Capirossi e Franco Uncini di far correre i piloti in Qatar in notturna anche in caso di pioggia ha fatto storcere il naso a molti riders

La decisione è ormai essere definitiva, il Gp del Qatar si svolgerà anche in caso di pioggia. Dopo accurati sopralluoghi e analisi messe in atto dalla Direzione Gara, si è deciso che i piloti scenderanno in pista in occasione della gara asiatica anche in caso di acquazzone.

capirossiFino a questo momento, infatti, svolgendosi il Gp del Qatar in orario serale e sotto le luci dei riflettori, la Direzione Gara aveva sempre fermato la competizione per garantire la sicurezza dei piloti, i quali avrebbero potuto avere difficoltà visive a causa del riflesso delle luce dei fari sull’asfalto bagnato. A partire dal 2017, dunque, si cambia registro anche in virtù dei test svolti proprio a Losail da Loris Capirossi e Franco Uncini, recatisi in Qatar per testare la visibilità notturna in presenza di asfalto bagnato. Nessun riflesso delle luci su eventuali pozzanghere, dunque la gara si svolgerebbe regolarmente anche in caso di pioggia.

losail-international-circuitUna decisione che non è piaciuta ad alcuni piloti come Maverick Vinales, Alvaro Bautista e Pol Espargaro, i quali hanno espresso il proprio parere sulla vicenda. “Quello che dobbiamo fare è andare lì e provare, perché non abbiamo mai corso sotto alla pioggia di notte. Il problema è come si può riflettere la luce sull’asfalto” le parole di Viñales. Scettico anche Alvaro Bautista: “non mi sembra così semplice, perché in queste condizioni si notano molti riflessi anche su una moto da strada. Non lo vedo come qualcosa di positivo, ma non potremo sapere com’è con certezza fino a quando non proveremo. In ogni caso, è meglio se non piove: saremmo tutti più felici“. A chiudere il commento di Espargaro: “alla fine sarà una questione legata al consenso tra i piloti, quindi non so perché non sia stata chiesta la nostra opinione. Ne parleremo lì durante l’incontro della Grand Prix Commission del venerdì“.