Livio Suppo spiega l’atmosfera in casa Honda: il team manager della squadra giapponese racconta le sensazioni di Marquez

Manca sempre meno alla stagione 2017 di MotoGp. I piloti hanno già regalato le prime emozioni a tutti gli appassionati, scendendo in pista per le prime due sessioni di test invernali. L’esordio stagionale si avvicina quindi sempre più e prima del Gp del Qatar del 26 marzo i campioni potranno disputare un’ultima sessione di test, proprio sulla pista della prima gara dell’anno.

LaPresse/Federico Bernini
LaPresse/Federico Bernini

Marquez cercherà di confermarsi, Vinales e Lorenzo invece andranno a caccia di ottimi risultati in sella alle loro nuove moto, mentre Rossi andrà ancora una volta in cerca del suo decimo titolo. La Honda è riuscita a far bene in Australia dopo una sessione di test in Malesia difficile, ma ancora il clima non è sereno e team, staff e piloti non sono soddisfatti.

Sono stati tre giorni interessanti. Vinales si è confermato, dove lo metti va forte con la Yamaha. Si è confermato anche Marc, che sta facendo test invernali meno difficili dell’anno scorso. Non è ancora contento al 100% di quello che ha, però è sicuramente veloce. Pure Dani è veloce, nonostante non sia la pista più adatta alle sue caratteristiche”, ha dichiarato Livio Suppo ai microfoni di Sky Sport.

“In generale per quanto riguarda Honda direi che anche Cal e Jack stanno andando bene, quindi è sicuramente un inizio di stagione migliore rispetto allo scorso anno. Per quanto riguarda gli altri, una Suzuki difficile da analizzare, perché a Sepang erano stati veloci mentre a Phillip Island hanno fatto un po’ più fatica. Difficile interpretare anche Lorenzo, però Dovizioso su una pista che non adora è stato forte. Mi sembra che ci sia equilibrio“, ha concluso il team manager Honda.

La sessione di test privati di Jerez del team giapponese sarà fondamentale per un ulteriore step per la squadra campione del mondo? Cosa vedremo in Qatar?