Interrogato sull’esito delle prove di Phillip Island, Jorge Lorenzo si è lamentato del comportamento della sua Ducati dopo le modifiche regolamentari

Con la terza e ultima sessione disputata venerdì, si sono conclusi i test ufficiali MotoGP sul circuito di Phillip Island, in Australia. Jorge Lorenzo e Andrea Dovizioso hanno chiuso la classifica combinata dei tre giorni nelle stesse posizioni, accusando gli stessi problemi di instabilità causati dall’assenza delle alette.

Jorge LorenzoCome riportato da Autosport.com, lo spagnolo ha espresso le proprie preoccupazioni in vista della prossima stagione: “a Sepang non ho sentito così tanto la differenza, ma in Australia, soprattutto con il vento si è sentita tanto. Al massimo della velocità, l’anteriore inizia a muoversi e bisogna rallentare. A Sepang invece, non ho percepito tanto la cosa. In questo la Ducati era più avvantaggiata e ora con il cambio di regolamento ha perso uno dei suoi punti di forza. Dovremo avere una moto diversa per compensare tale mancanza e non perdere troppo in curva“.