Jorge Lorenzo positivo e fiducioso nonostante le difficoltà: la terza giornata di test a Phillip Island fa tornare il sorriso al maiorchino

Con la terza e ultima sessione disputata oggi si sono conclusi i test ufficiali MotoGP sul circuito di Phillip Island, in Australia. Andrea Dovizioso ha compiuto 73 giri ed ha chiuso la giornata al settimo posto con il tempo di 1’29”248 mentre Jorge Lorenzo si è classificato in ottava posizione (75 giri – 1’29”342). I due piloti del Ducati Team chiudono anche la classifica combinata dei tre giorni nelle stesse posizioni.
jorge lorenzoOggi abbiamo fatto un passo avanti importante per capire meglio la moto, così come era successo anche nel terzo giorno dei test di Sepang, e i miei tempi sul giro sono migliorati molto. Peccato che non siamo riusciti ad utilizzare lo pneumatico morbido questa mattina, quando le condizioni della pista erano ideali, perché penso che avrei potuto abbassare di altri tre decimi il mio crono. Ma, come ho già detto, per me in questo momento non sono importanti i tempi ma piuttosto le mie sensazioni sulla moto e cercare di capire il modo più efficace per guidarla. Per il momento abbiamo ancora tanto lavoro da fare, soprattutto per far girare meglio la moto in curva. In ogni caso, tutto considerato, penso che abbiamo terminato questo test in modo abbastanza positivo”, ha dichiarato Jorge Lorenzo al termine dell’ultima giornata di test australiani.
Jorge LorenzoAbbiamo lavorato in aree differenti della moto, dove necessitava di cambiamenti. Oggi, più che la moto, ho migliorato il modo di sfruttarla di più su questa pista. Il mio obiettivo era girare in 1’29″5 per più giri e ci sono riuscito facendolo per una decina di passaggi più o meno. Gli altri giri li ho fatti in 1’30” basso. Dunque va bene. Qui non siamo a livello dei migliori, di quelli che possono vincere. Non abbiamo velocità di percorrenza in curva. Su altre piste lo possiamo essere. Dobbiamo continuare a lavorare per migliorare, a comprendere meglio le gomme. Poi vedremo su un’altra pista“, ha aggiunto il maiorchino come riportato da Motorsport.com.

jorge lorenzoE’ ancora difficile per me perché la Ducati è una moto molto differente dalle Yamaha che guidavo prima. Richiede cose differenti anche per esprimersi al meglio. E’ un modo di guidare completamente differente. Devi frenare più a lungo, entrare in curva più piano. Stiamo capendo quello passo dopo passo, ma ho ancora bisogno di tempo per capirla e più chilometri per estrarne il massimo“, ha continuato il ducatista.

Infine Lorenzo ammette di non avere alcun rimpianto, anche dopo aver visto le ottime prestazioni in pista di Maverick Vinales con la Yamaha: “no no, nessun rimpianto! Ho preso la mia decisione e sono davvero molto contento. Mi sento molto bene con il team, sono molto professionali, devo dire che sono molto contento di essere in Ducati“.