Aleix Espargaro tra cambiamenti e novità: lo spagnolo dell’Aprilia racconta le sue sensazioni per la lotta al titolo Mondiale

Non si sentono più rombi di motore a Phillip Island: i test invernali di MotoGp in terra australiana sono finiti ormai da qualche giorno. I piloti adesso si godono l’ultimo momento di relax prima degli ultimi test del prossimo mese in Qatar che anticipano l’esordio stagionale.

Test soddisfacenti e positivi per Aleix Espargaro, alla sua nuova avventura in Aprilia: “alla moto mancavano alcune cose, ma ha una buona base e l’obiettivo è combattere per chiudere il Mondiale nella top 10. Sono molto motivato per questo progetto, possiamo essere la sorpresa. All’inizio avevo un po’ paura perché lasciavo una grande fabbrica come Suzuki dove mi trattavano come un re. Però sono stato accolto molto bene in Aprilia, abbiamo un grande entusiasmo in comune“, ha raccontato lo spagnolo in un’intervista ai microfoni di Movistar+

aleix espargaro1Sono soddisfatto di come va la moto. Mi dà fiducia all’anteriore. Ci manca un po’ di trazione, qualcosa su cui dobbiamo migliorare.  L’elettronica funziona molto bene e la moto è stabile. Per quanto riguarda l’accelerazione, ci manca potenza. Stanno lavorando per un motore nuovo che ci dia più accelerazione, però serve mantenere stabilità accelerando”, ha continuato Espargaro che poi sulla lotta al titolo Mondiale e sui top rider dice: “non mi sembra giusto dire che ci sarà un duello tra Maverick e Marc, perché sicuramente ci saranno anche Valentino, Jorge e spero Dani. Mi piacerebbe che Pedrosa vincesse il titolo perché se lo merita, però il favorito è Vinales”.