Pablo Nieto e il raddoppio dello Sky Racing Team: il team manager della squadra racconta i suoi ragazzi e commenta la rottura con Fenati

Manca ormai pochissimo per la nuova sessione di test invernali. I piloti sono tutti sbarcati in Australia dove domani, sul circuito di Phillip Island, sfrecceranno nuovamente in pista dopo i test di Sepang, per raccogliere dati fondamentali per migliorare le loro moto ed arrivare in ottime condizioni all’esordio stagionale del 26 marzo in Qatar.

pablo nieto1Non solo MotoGp, ma anche categorie minori come Moto2 e Moto3. Quest’anno in entrambe le categorie correrà lo Sky Racing Team VR46 che è stato presentato la scorsa settimana a Milano.

Una squadra in più alla fine è solo più lavoro. L’anno scorso abbiamo avuto tre o quattro moto in Moto3. Si tratta di una squadra completamente nuova da gestire. Sarà difficile, ma bello. Tecnici spagnoli? Ovviamente il progetto è quello di cercare di vincere il campionato con un pilota italiano, però ci sono persone che sono state con me ed è importante avere gente di fiducia”, queste le parole di Pablo Nieto intervistato da Mundo Deportivo.

pablo nietoImpossibile poi non parlare di quanto accaduto lo scorso anno con Romano Fenati: “è un fallimento personale per me. Ma abbiamo dato il 100%. Ha un carattere forte e non è colpa sua o nostra, il binomio non ha funzionato. Romano ha un grande talento ed è un candidato per il titolo”, ha aggiunto il team manager dello Sky Racing Team che infine sui suoi ragazzi dichiara: “Bulega ha un potenziale incredibile ed è stato in lotta per essere rookie dell’anno. La sua maturità a 17 anni è incredibile e vedremo come gestirlo, bisogna tenere i piedi per terra. Migno ha chiuso l’anno sul podio ed entrambi daranno battaglia. Bagnaia ha sorpreso in velocità con la Kalex e può essere la sorpresa della stagione. Manzi ha una fame incredibile“.