Sofia Goggia Federica Brignone

Splendido bronzo di Sofia Goggia nel gigante femminile di St. Moritz, ecco le considerazioni delle azzurre dopo le fatiche di oggi

Arriva la prima medaglia per l’Italia nel gigante femminile dei Mondiali di St. Moritz. Il merito è di Sofia Goggia, terza al termine di una gara dominata da Tessa Worley che ha messo a frutto la propria superiorità esibita sin dalla manche del mattino. Alle sue spalle si è piazzata la statunitense Mikaela Shiffrin, staccata di 34 centesimi, mentre la ventiquattrenne bergamasca di Albino ha disputato una seconda manche accorta, in cui ha perduto una posizione rispetto al secondo posto di metà gara. Sofia può così gioire per un’altra impresa che le consente di aggiungere questo preziosissimo metallo ai nove podi sinora ottenuti in questa stagione in Coppa del mondo.

LaPresse/Johann Groder
LaPresse/Johann Groder

Le dichiarazioni delle azzurre dopo il gigante femminile dei Mondiali di St. Moritz:

Federica Brignone: “ho attaccato dalla prima all’ultima porta nella seconda manche, avrei dovuto farlo anche nella prima manche. Sono io che non ho sciato abbastanza bene in mattinata, ero addirittura sorpresa di essere arrivata quarta, dove ho pensato solamente a frenare e paura di uscire Nella seocnda ho fatto il mio lavoro, ma non è bastato“.

Manuela Moelgg: “ho azzeccato tutto bene, avevo male dopo la prima manche ma lottare è il mio punto forte e ci ho creduto ugualmente. Sono contenta per la medaglia di Goggia, mi dispiace per il quarto posto di Brignone. Siamo tre nelle prime sei posizioni e anche Bassino ha tutto il tempo per costruire delle belle prestazioni e avrà tanti mondiali davanti a sè da gareggiare“.

Marta Bassino: “ci ho provato in entrambe le manches è mancato qualcosina, la medaglia ci ha risollevato il morale. La neve era molle per tutte, non bisogna trovare scuse. Alla fine ha vinto Worley che ha dimostrato di andare forte in ogni condizione, bisogna prendere esempio da lei“.