LaPresse/Marco Alpozzi

Sofia Goggia e compagne commentano la discesa femminile andata in scena oggi e vinta dalla slovena Ilka Stuhec

Prima la nebbia poi un bel sole, anche se con condizioni in continuo mutamento per questa prova della discesa femminile che ha riportato in grande evidenza la slovena Ilka Stuhec, nettamente la migliore con il tempo di 1’33″37, per 53 centesimi davanti alla svizzera Fabienne Suter e per 80 all’austriaca Christine Scheyer. Se si considera che svizzere e austriache erano in selezione e quindi tiravano al massimo, la prova della Stuhec assume ancora maggior valore.

LaPresse/ SM
LaPresse/ SM

Sofia Goggia migliora e oggi si piazza al settimo posto con 1″15 di ritardo, proprio davanti a Lara Gut: la neve di oggi si addiceva meglio alle mie caratteristiche e con il passare dei giorni diventerà sempre più liscia e dura – commenta l’azzurra – quindi sono fiduciosa per le prossime gare. Ho ormai digerito la delusione per il superG, ma è stata una digestione lunga e faticosa. Ho pensato a cosa mi ha fatto presentare in quel modo al cancelletto e lo sto risolvendo. Domani darò tutto per fare la combinata al meglio. In più la prova di discesa sarà un’ulteriore prova in vista della discesa di domenica. Non ho particolari aspettative per la combinata, soprattutto perché lo slalom è sempre un terno al lotto“.

LaPresse/Christian Pfander
LaPresse/Christian Pfander

Migliora anche Elena Fanchini con il 18/o tempo, Elena Curtoni e Federica Brignone sono appaiate al 30/o posto: “credo di aver fatto il record di salto – commenta la Brignone – ho fatto molto bene il muro è quindi ho preso maggiore velocità. Poi il passaggio a centro porta mi ha portato a volare molto lungo. Rispetto a ieri ho aggiustato alcune linee, anche se devo ancora lavorare sulla parte alta e sui piani. Domani il tempo cambierà ancora e vedremo quali saranno le condizioni. Lo slalom della combinata sarà sulla parte piatta della pista e sarà tracciato dall’allenatore della Vonn, quindi sarà molto facile. In ogni caso io ci proverò e vedremo. Tutto è fattibile: potrei arivare prima come ultima“.

LaPresse/Christian Pfander
LaPresse/Christian Pfander

Elena Curtoni pensa già a domani: “per la gara di domani rispolvererò le mie doti di slalomista. Scherzi a parte, non ho paerticolari aspettative. Andrò in partenza per dare il massimo e voglio essere contenta di aver sciato come so fare“. Chiude Marta Bassino: “domani cercherò di fare una bella discesa e poi un bello slalom e di mettere insieme le due cose. Ho sempre fatto fatica in slalom. Mi sto impegnando molto, ho fatto allenamento ultimamente. Di slalom bisogna farne molto, a mio avviso per trovare i tempismi. Trovo più facile adattarmi alla velocità che allo slalom“.