LaPresse/Johann Groder

Domani i Mondiali di St. Moritz regalano il gigante femminile, Sofia Goggia e compagne svelano le proprie sensazioni alla vigilia dell’evento

I Mondiali di sci alpino in corso di svolgimento a St. Moritz entrano nel vivo. Domani andrà in scena il gigante femminile e le sciatrici azzurre impegnate in gara si preparano per affrontare questa delicata sfida. Alla vigilia dell’evento, Goggia e compagne hanno espresso le proprie sensazioni:

LaPresse/Reuters
LaPresse/Reuters

Federica Brignone: “Il nostro team ha fatto un lavoro pazzesco in pista a Madesimo e mi è servito per fare un bell’alenamento di gigante che non facevo da Plan de Corones. Sono contenta di gareggiare, non vedo l’ora di dimostrare quello che so fare. Ho patito un po’ ad inizio stagione, ma ora sono qui e voglio dare il massimo dalla prima all’ultima curva. Tutte le atlete che avranno voglia di partire aggressive saranno pericolose, ma io devo dare tutta me stessa“.

Manuela Moelgg: “E’ già stato difficile qualificarsi per i Mondiali perché bisognava avere il podio. Siamo una squadra fortissima, tutte possiamo salire sul podio, me inclusa. Giovedì ho sciato a Madesimo ma ho un dolore addominale e ho fatto tre giorni di stop. Ora faremo altre valutazioni con i dottori e spero di riuscire a presentarmi al cancelletto nella massima forma“.

Marta Bassino: “Sono al Mondiale dall’inizio ma il mio punto forte è il gigante. Cercherò di stare concentrata su me stessa, senza farmi condizionare dalle situazioni esterne. Vivo la situazione per quello che sarà la mattina di giovedì e darò tutto“.

LaPresse/Johann Groder
LaPresse/Johann Groder

Sofia Goggia: “Ho fatto due giorni di allenamento di gigante, sono un po’ influenzata, ma al cancelletto non ci saranno scuse. Nell’ultimo periodo non sono riuscita a dedicarmi agli allenamenti di gigante, ma è normale facendo tante discipline. Mi presenterò al cancelletto con la solita voglia di sciare forte, soprattutto in gara. Non so cosa aspettare da me stessa, ma penso che andremo via da questo Mondiale con una medaglia dal gigante“.