Nella gara individuale femminile ai Mondiali di biathlon, Alexia Ruggaldier si mette al collo un favoloso bronzo

Prima medaglia per l’Italia ai Mondiali di biathlon di Hochfilzen, a mettersela al collo è Alexia Runggaldier, terza nell’individuale femminile, al termine di una gara splendida, senza nessun errore al poligono e veloce sugli sci, in grado di mantenere il ritmo delle prime due: Laura Dahlmeier e Gabriela Koukalova, le star del Mondiale, oggi rispettivamente oro e argento.

Alexia Runggaldier diventa così la terza italiana a vincere una medaglia in un format individuale ai Mondiali dopo il bronzo di Karin Obehofer nella mass start di 2015 Kontiolahti  e l’argento di Dorothea Wierer nell’inseguimento di Holmekollen 2016. Perfetta in ognuna delle quattro serie di tiro, Runggaldier ha seminato le varie avversarie che ad ogni poligono commettevano errori, fino a scalzare all’ultimo poligono anche Dunklee e Makarainen e a conquistare uno splendido bronzo finale. Le altre italiane: Dorothea Wierer ha chiuso al 20° posto con 3 errori, 38ª Lisa Vittozzi anch’essa con 3 errori, e 56ª Federica Sanfilippo, con 5 sbagli al tiro.

Quando ho tagliato il traguardo non potevo credere al risultato – ha detto Runggaldier – sapevo che mancava ancora la Dunklee e ho sperato che non fosse un quarto posto. Quest’anno con i primi due podi individuali ad Anterselva, e ora con questa medaglia è una stagione splendida per me. La dedico a tutti quelli che hanno creduto in me“.

Ordine d’arrrivo individuale femminile WCh Hochfilzen:

1. Laura Dahlmeier GER 1 34’07″9
2. Gabriela Koukalova CZE 1 +17″9
3. Alexia Runggaldier ITA 0 +1’20″2
4. Mari Laukkanen FIN 1 +1’33″0
5. Ekaterina Avvakumova KOR 0 +1’33″1

20. Dorothea Wierer ITA 3 +3’06″9
38. Lisa Vittozzi ITA 3 +3’50″9
56. Federica Sanfilippo ITA 5 +5’57″8