• LaPresse/Mourad Balti Touati
    LaPresse/Mourad Balti Touati
  • LaPresse/Mourad Balti Touati
    LaPresse/Mourad Balti Touati
  • LaPresse/Mourad Balti Touati
    LaPresse/Mourad Balti Touati
  • LaPresse/Mourad Balti Touati
    LaPresse/Mourad Balti Touati
  • LaPresse/Mourad Balti Touati
    LaPresse/Mourad Balti Touati
  • LaPresse/Mourad Balti Touati
    LaPresse/Mourad Balti Touati
  • LaPresse/Mourad Balti Touati
    LaPresse/Mourad Balti Touati
  • LaPresse/Mourad Balti Touati
    LaPresse/Mourad Balti Touati
  • LaPresse/Mourad Balti Touati
    LaPresse/Mourad Balti Touati
  • LaPresse/Mourad Balti Touati
    LaPresse/Mourad Balti Touati
  • LaPresse/Mourad Balti Touati
    LaPresse/Mourad Balti Touati
/

A Piazza Duomo a Milano nonostante le proteste i lavori di giardinaggio nelle aiuole alle spalle del monumento a Vittorio Emanuele II non si fermano, anzi ecco piantati i banani

Milano, Piazza Duomo sempre più verde: pensavate fosse finita qui? Dopo le palme, arrivano i banani – Quelle che sono state definite come le Palme della discordia di Piazza Duomo a Milano si arricchiscono di nuove “compagne vegetali”. Non sono bastate infatti contestazioni varie e un atto vandalico (condannabilissimo) a fermare i giardinieri che da giorni stanno riempiendo le aiuole alle spalle del monumento equestre dedicato a Vittorio Emanuele II. Il sindaco Sala infatti ha deciso che ci saranno e firmando un contratto che permette il finanziamento delle aiuole grazie al denaro del colosso del caffè Starbucks, non si è potuto tirare indietro nonostante il malcontento dei milanesi (e non solo).

Milano, Piazza Duomo sempre più verde: pensavate fosse finita qui? Dopo le palme, arrivano i banani – Come se non bastasse, Piazza Duomo non solo si è arricchita di palme esotiche in questi giorni, ma nelle ultime ore a queste si sono aggiunti alberi di banano che rendono le aiuole (ora più che mai) degne di paesaggi ben lontani da quelli lombardi. Altro che abeti, pioppi e faggi, banani e palme al centro di Milano arricchiranno queste aiuole con o senza il benestare dei cittadini della capitale della moda italiana.

Questo slideshow richiede JavaScript.