LaPresse/ Valter Parisotto

Incredibile dichiarazione rilasciata dall’amministratore delegato del Milan Galliani: “delle 62 sessioni di mercato, l’ultima è stata quella che mi rende più orgoglioso”

LaPresse/Spada
LaPresse/Spada

Milan, incredibile Galliani – Il canto del cigno di Adriano Galliani mette tristezza. 31 anni al vertice del Milan, 26 dei quali trascorsi da protagonista assoluto del mercato. Poi il declino, lento, inesorabile. Caratterizzato da errori a ripetizione, alcuni grossolani. Quasi una perdita di lucidità e quella voglia matta di non uscire di scena quando il declino era iniziato, perché la sua storia personale non meritava di finire così. Bersaglio della critica, nel mirino dei tifosi che ormai da anni lo contestano, sbeffeggiato pubblicamente (“non capisce di calcio”, Maldini dixit) da ex calciatori che pur hanno fatto la storia del Milan.

LaPresse/Spada
LaPresse/Spada

Milan, incredibile Galliani E adesso? “Ho vissuto 62 sessioni di mercato, l’ultima è stata quella che mi rende più orgoglioso. Uno dei mercati più difficili e meglio riusciti che, considerando anche gli ingaggi, è in attivo”, la dichiarazione incedibile rilasciata da Adriano Galliani. Che commenta così un mercato fatto di zero acquisti e solo prestiti. Il closing del 1 marzo si avvicina, in casa Milan il cambiamento si avvicina.