LaPresse/Reuters

Knicks-Carmelo Anthony è ancora polemica: il giocatore risponde con orgoglio alle frasi di Phil Jackson e i Cavs restano… spiazzati! Ecco le ultime news dal mercato NBA

LaPresse/Reuters
LaPresse/Reuters

Mercato NBA: Carmelo Anthony ai Cavs la situazione – Era iniziato tutto con dei semplici malumori, con qualche frecciatina al modo di giocare di Anthony, efficace ma avulso dal resto della squadra e con la stella dei Knicks stanco di essere additato come capro espiatorio per ogni sconfitta. Il malcontento fra Anthony e i Knicks si è trasformato presto in scontro: prima dialettico, poi personale. Il tweet di Phil Jackson di ieri ha messo praticamente alla porta Carmelo Anthony e l’ipotesi di una possibile trade non è più così improbabile, con i Cavs in prima linea per regalare un top player a LeBron James. Certo però, Carmelo Anthony ha l’ultima parola.

LaPresse/Reuters
LaPresse/Reuters

Mercato NBA: Cavs, l’orgoglio di Anthony rovina tutto? – Proprio questa caratteristica, da non sottovalutare, potrebbe essere un problema sia per i Knicks che per le pretendenti al giocatore, Cavs in primis. Anthony infatti, secondo quanto riportato da ‘NbaRevolution’, avrebbe messo in campo l’orgoglio. Dopo il tweet di Phil Jackson, Anthony si sarebbe indispettito a tal punto da dichiarare ad alcuni compagni la sua ferma volontà a restare ai Knicks, o meglio a non farsi cacciare da Phil Jackson. Quel che spaventa i Cavs, ma anche i Knicks, è la clausola ‘no trade’ presente nel contratto di Anthony che permette al giocatore di dare il suo benestare ad una possibile trattativa. Cavs a bocca asciutta e Knicks con in casa l’ennesima bomba pronta a detonare a ripetizione partita dopo partita? Questione di orgoglio…