LaPresse/Mario Cartelli

Max Biaggi e il Festival di Sanremo: l’ex pilota di MotoGp racconta le sue sensazioni al fianco della sua fidanzata Bianca Atzei

E’ andata in scena ieri la terza serata del 67° Festival di Sanremo, quella dedicata alle cover. I cantanti sono saliti nuovamente sul palco dell’Ariston ma questa volta non hanno cantato i loro brani in gara, ma delle cover da loro scelte.

Non ha partecipato alla gara delle cover Bianca Atzei, perchè eliminata nella seconda serata della gara dei big. La cantante milanese di origini sarde si è però “salvata”: dei sei big momentaneamente eliminati solo due sono rimasti definitivamente fuori dalla gara, ovvero le due coppie, Giulia Luzi-Raige e Nesli-Alice Paba.

Bianca Atzei tornerà quindi a gareggiare con la sua canzone “Ora esisti solo tu” scritta da Kekko Silvestre dei Modà, che ha deciso di raccontare la storia d’amore della cantante con l’ex pilota Max Biaggi.

max biaggiNon lo avrei mai detto. Tanti anni fa, Biagio Antonacci mi dedicò la canzone ‘Il campione’, fu fighissimo, fu un onore per me. Però questa parla d’amore, è diversa, è più romantica. Una canzone cantata a Sanremo dalla mia fidanzata, non potevo non espormi“, ha dichiarato il centauro romano in un’intervista a Radio 105.

Bianca mi ha fatto sentire la canzone via Whatsapp e all’inizio non era proprio così, poi è cambiata con gli arrangiamenti. Però mi sono sentito subito preso da questa canzone, che – per metà – parla della nostra storia e mi sentivo vivo con questa canzone. Poi, con la sua voce c’è quel qualcosa in più che le dà un tono molto originale. In casa canta veramente poco“, ha aggiunto Biaggi.

max biaggi1Bianca è un pelino tesa. Come si avvicinano le 8, 8 e mezzo si alza lo sclero, ma è normale. Io ero pessimo, quando ero sotto gara, sotto evento, cambiavo. Mi rinchiudevo in me stesso. Comunque credo che tutti gli artisti lo facciano. Le ultime due orette stanno tutti concentrati, a testa bassa, fanno i vocalizzi. Poi sai, la musica non è il mio campo ma immagino che i professionisti cerchino tutti di dare il massimo in quei pochi minuti“.