Ci ha lasciato il grande campione azzurro Cipriano Chemello, vincitore di una medaglia di bronzo su pista alle Olimpiadi del Messico nel 1968

Si è spento alle ore 3 di questa notte Cipriano Chemello, grande campione della pista azzurra. Nato a Crespano il 19 luglio 1945, fu due volte iridato dell’inseguimento a squadre sotto la direzione di Guido Costa, nel 1966 a Francoforte con Castello, Pancino e Roncaglia, e nel 1968 a Montevideo con Bosisio, Morbiato e Roncaglia.

Nel 1968 Chemello vinse la medaglia di bronzo della stessa specialità alle Olimpiadi di Città del Messico. Nel 1969 passò al professionismo con la Salvarani di Gimondi, Motta, Balmamion e Altig vincendo la Parigi-Nizza nel 1970. Nel suo palmarès anche due vittorie alla Settimana Catalana. e la partecipazione al Giro d’Italia, al Tour de France e al Giro del Belgio. Dopo l’attività agonistica ha ricoperto per anni la carica di tecnico alla pista di Bassano del Grappa e da tecnico regionale ha portato al successo numerosi pistard veneti.

Ora è volato nell’Olimpo dei Campioni che hanno fatto grande la pista azzurra, Cipriano Chemello abitava a Sacro Cuore di Romano d’Ezzelino, località in provincia di Vicenza a pochi chilometri da Bassano del Grappa. I funerali si svolgeranno venerdì 17 febbraio alle ore 15 nella chiesa parrocchiale del Sacro Cuore di Romano d’Ezzelino.

Il Presidente della FCI Renato Di Rocco, nell’apprendere la triste notizia, esprime le più sentite condoglianze anche a nome del movimento ciclistico italiano.