LaPresse/Daniele Badolato

Poco spazio, ma nessun muso lungo. Nonostante le parole del suo agente, Marko Pjaca si dice felice della Juventus e della considerazione di Allegri

LaPresse/Daniele Badolato
LaPresse/Daniele Badolato

Juventus, parla Pjaca – “Sono felice che mister Allegri pensi che io sia un giocatore dal grande futuro. Devo dimostrare, lavorando duro, che posso giocare nel modo in cui lui vuole che io giochi”. Cosi’, in un’intervista rilasciata a Sky Sport, l’esterno della Juventus, Marko Pjaca. A Crotone, mercoledi’ scorso, il suo debutto da titolare dopo un inizio di stagione non semplice, ma questi mesi non sono comunque andati sprecati. “Ho appreso moltissimo sul calcio italiano in questi mesi – racconta il croato -. Ho capito che la Juventus è  un grande club, con una storia importante, di cui essere fieri, e vuole sempre vincere. Qui ci sono tantissimi grandi campioni, e tutti sono esempi da cui imparare”.

LaPresse/Daniele Badolato
LaPresse/Daniele Badolato

Juventus, parla Pjaca – I problemi fisici sono ormai alle spalle. “E’ sempre difficile affrontare un infortunio, specialmente quando, come nel mio caso, ero appena arrivato alla Juve e volevo crescere e migliorarmi fin da subito. Ma dopo il mio recupero sono tornato, mi sono allenato con il gruppo, e ora sono felice: questa e’ la cosa piu’ importante“. Finora poco spazio, nonostante l’incondizionata stima di Allegri che non perde occasione per elogiarlo. “Ogni giocatore vuole giocare, ma so che non sarebbe stato facile, arrivando da un periodo di inattività”, spiega Pjaca che ha trovato in Mandzukic un compagno a cui affidarsi per integrarsi al meglio nel gruppo e in Italia. “Con Mandzukic siamo amici, abbiamo un grande rapporto fin dalla Nazionale, mi ha aiutato tanto, sia in campo che nella vita di tutti i giorni, mi da’ consigli in ogni partita e in ogni allenamento, gli sono molto grato“. (ITALPRESS).