LaPresse/Massimo Paolone

L’Inter supera il Bologna grazie alla prima rete in campionato di Gabigol: il brasiliano regala un successo insperato nel finale ai nerazzurri

LaPresse/Massimo Paolone
LaPresse/Massimo Paolone

Bologna-Inter, il prepartita – Il launch match della 25ª giornata di Serie A mette di fronte Stefano Pioli con il suo passato: al Dall’Ara si affrontano Bologna e Inter. Pioli, che ha allenato il Bologna dal 2011 al 2014, proverà a dare un dispiacere ai suoi ex tifosi per non perdere terreno da Lazio e Atalanta, affidandosi a Palacio come unico terminale offensivo,  con Perisic, Eder e Candreva alle sue spalle. Donadoni dal canto suo, dopo la clamorosa sconfitta contro la Sampdoria vuole dare la scossa ai suoi fermando il buon momento nerazzurro schierando uno sfrontato tridente con Krejci, Petkovic e Verdi.

LaPresse/Massimo Paolone
LaPresse/Massimo Paolone

Bologna-Inter, il racconto del primo tempo – Il primo tempo stenta a decollare, merito dele due difese che reggono bene ai tentativi degli attacchi avversari, o forse all’assenza dei bomber delle due squadre, Icardi e Destro. L’Inter prova a pungere dalle fasce con Candreva e Perisic che vanno spesso al cross ma Palacio non riesce a pungere. Il Bologna ci prova con l’ispirato Dzemaili che però non trova mai il modo di impensierire più di tanto Handanovic. Il primo tempo si chiude 0-0.

LaPresse/Massimo Paolone
LaPresse/Massimo Paolone

Bologna-Inter, il racconto del secondo tempo – Nel secondo tempo l‘Inter attacca a spron battuto e va vicina al gol con due conclusioni pericolosissime di Perisic, una alta di poco e l’altra neutralizzata da Da Costa. Poco dopo è Eder a fallire da pochi metri il gol del vantaggio. Quando il match sembra ormai dover finire sull0 0-0, Pioli si gioca le carte Banega e Gabigol, risultate vincenti: Banega lavora un pallone complicatissimo sulla trequarti e trova D’Ambrosio che serve un rasoterra velenosissimo sul secondo palo sul quale si fionda Gabigol per la sua prima gioia in maglia nerazzurra. Il Bologna prova il forcing finale ma non c’è più tempo: la prima gioia di Gabigol in Italia regala 3 punti pesantissimi all’Inter.