Lapresse/PA

A causa della nebbia presente sul percorso, anche il secondo giro dell’AT&T Pebble Beach Pro Am non è stato completato: al comando Jordan Spieth

Anche il secondo giro dell’AT&T Pebble Beach Pro Am (PGA Tour) non è stato condotto a termine poichè dopo il vento e la pioggia del primo turno è arrivata la nebbia.

LaPresse/PA
LaPresse/PA

Il torneo, nel quale i professionisti vengono affiancati da celebrità appassionate di golf, si sta svolgendo sui tre percorsi del Pebble Beach GL (par 72), dello Spyglass Hill GC (par 72) e del Monterey Peninsula CC (par 71), a Pebble Beach in California, e la classifica fa riferimento al par essendo differente quello dei tre campi. C’è stato il deciso attacco di Jordan Spieth, numero sei mondiale e uno dei soli 33 concorrenti giunti in club house, leader con “meno 10” (133 colpi – 68 65), e dell’australiano Jason Day, numero uno, a quota “meno 9” che può sorpassarlo avendo ancora sei buche a disposizione. Lo stesso può fare Derek Fathauer, anch’egli leader a “meno 10” dopo 17 buche. Sono risaliti pure Patrick Reed, quarto con “meno 7” alla 17^ alla pari con il coreano Seung-yul Noh (13ª), Dustin Johnson (139 colpi) e lo spagnolo Jon Rahm (140), che hanno terminato al 13^ posto con “meno 4”. Al 42° con “meno 1” Phil Mickelson (142) e l’inglese Justin Rose, fermato alla 14^ buca, e al 55^ con il par Jim Furyk (144). In panne l’inglese Luke Donald, 93^ con “+2” (10ª), e Vaughn Taylor, campione uscente, 125^ con “+5” (17ª). Jordan Spieth ha girato in 65 (-5) colpi allo Spyglass Hill GC con otto birdie e un bogey. Il montepremi e’ di 7.200.000 dollari.