LaPresse/REUTERS

Federer ha svelato un curioso retroscena in merito al suo ritiro: l’addio dopo Melbourne era un’ipotesi, ma qualcosa gli ha fatto cambiare idea

LaPresse/REUTERS
LaPresse/REUTERS

Nel corso di una recente intervista rilasciata al ‘New York Times’, Roger Federer ha commentato l’ipotesi del suo ritiro in grande stile dopo il torneo di Melbourne. In tanti lo avevano pronosticato, alcuni grandi sportivi lo avevano addirittura consigliato e la possibilità di un ritiro da vincitore è addirittura passata per la mente di Roger che però ha preferito ‘rimandare’. “Mi è passato lontanamente per la testa: c’è qualcosa che possa eguagliare il ritiro dopo questa vittoria? Ma la gioia era così grande, e ho continuato a guardare l’esultanza del mio team quando ho convertito il match point in Australia e quanto saltassero per la gioia. Pazzesco. Molto divertente. Mi sono detto: voglio vivere questi momenti di nuovo. Capisco che la gente dica ‘questo sarebbe stato un momento perfetto per dire addio‘. Ma sento di aver lavorato tantissimo, di amare il tennis moltissimo e ho ancora tanta benzina nel serbatoio. Ho preso sei mesi di pausa per giocare per altri due anni più o meno, non per un torneo soltanto“.