LaPresse/Photo4

Intervistato da Motorsport.com sul tema nuovi regolamenti, Rob Smedley ha auspicato un deciso ribaltamento delle gerarchie

I nuovi regolamenti che entreranno in vigore a partire da questa nuova stagione potrebbero ribaltare i valori in pista, regalando la ribalta a quelle scuderie rimaste finora sempre nelle retrovie.

LaPresse/Photo4
LaPresse/Photo4

E’ il pensiero di Rob Smedley, ingegnere britannico in forza alla Williams il quale si mostra fiducioso riguardo le novità regolamentari, utili per sparigliare le carte su un tavolo in cui comanda da anni la Mercedes. “Non penso che vedremo grandi ribaltoni nelle gerarchie, ma spero che tutto ciò cambi un po’ le cose – sottolinea Smedley ad Autosport e Motorsport.comin F.1 Nessuno ha mai vinto con poco budget, quindi è evidente che il fatto economico conti ancora parecchio in quest’epoca. Questo non significa che chi è nel gruppo di mezzo o in quello di coda non si stia dando da fare per raggiungere i primi. Ci sono tante persone che lavorano alacremente per migliorare, avere più auto pronte a giocarsi la vittoria rende molto più interessanti e imprevedibili i weekend di gara, cosa che ultimamente non è successa.

LaPresse/Photo4
LaPresse/Photo4

E’ per questo che i fan stanno calando. Avere quattro o cinque piloti in grado di giocarsi il successo sarebbe stupendo, spero che con le nuove regole tutto ciò accada. A Melbourne non penso che chi sarà veloce poi si confermerà tale anche ad Abu Dhabi – conclude Smedley – durante la stagione vedremo tantissimi cambiamenti che renderanno tutto molto imprevedibile e in continua evoluzione. Questo è ciò che spero porti il nuovo regolamento, solo così sarà un successo“.