LaPresse/Photo4

Gli organizzatori del Gp di Sochi hanno prolungato fino al 2025 l’accordo con Liberty Media, discutendo anche di una curiosa novità

Il Gp di Sochi rafforza la propria partnership con la Formula 1, firmando il rinnovo del contratto in scadenza nel 2020. Gli organizzatori della gara russa hanno raggiunto un accordo con Liberty Media, prolungando il precedente accordo per altri cinque anni, portandolo dunque al 2025.

LaPresse/Photo4
LaPresse/Photo4

Un risultato centrato grazie all’apporto del nuovo title sponsor del Gran Premio, il VTB Group che da quest’anno finanzierà il Gp di Sochi al posto del governo russo. “Si è trattato di un accordo molto complicato da raggiungere, ma la cosa più importante riguardava lo sponsor principale della gara” sottolinea il promoter Sergey Vorobyov a Motorsport.com. “Avevamo iniziato a discutere della cosa con Bernie. Ora stiamo parlando anche di altri dettagli con Chase Carey e il suo team di lavoro, ma al momento non posso parlarne. Dobbiamo aspettare quando tutto sarà deciso. Correre in notturna è una possibilità che però richiede una spesa di denaro molto importante e un lavoro di almeno sei o sette mesi.

LaPresse/Photo4
LaPresse/Photo4

Inoltre dovrebbe essere supportata da altre aziende, come avviene per i Gran Premi di Abu Dhabi, Bahrain o Singapore. Certamente ci stiamo pensando, infatti stiamo preparando tutta la documentazione tecnica da consegnare alle aziende russe interessate alla cosa, in modo che possano sapere cosa serve a livello di luci e servizi elettrici, con in mano la piantina del Sochi Autodrom. Ne stiamo parlando anche con FIA e FOM, ma ci tengo a precisare che vorremo un’azienda russa. Desideriamo che sia un evento messo in piedi totalmente dal nostro paese“.