LaPresse/PA

Tramite il proprio sito Drivetribe, il conduttore di Top Gear britannico Jeremy Clarkson ha attaccato duramente Ecclestone

Finita l’era Ecclestone, la Formula 1 entra adesso in una nuova dimensione targata Liberty Media, colosso americano che, da pochi giorni, ha rilevato il pacchetto di maggioranza del circus.

LaPresse/Photo4
LaPresse/Photo4

Un affare imponente che ha soddisfatto tutte le parti coinvolte, compreso lo stesso Mister E, portatosi a casa ben 800 milioni di euro in seguito alla vendita delle proprie azioni. Un cambio di proprietà accolto con favore da al conduttore di Top Gear britannico Jeremy Clarkson, da sempre attento a tutto ciò che riguarda la Formula 1. “Credo che sia una buona cosa che se ne sia andato. Mi fa piacere che in futuro si penserà alla Formula 1 come a uno spettacolo e non a un modo per fare soldi” commenta Jeremy Clarkson attraverso il proprio sito ‘Drivetribe’. “Da questo campionato si può ottenere tutto e sarebbe bello ritornare a riempire gli autodromi, che possono ospitare sino a 250 mila spettatori. Bisogna dire ai ricchi e ai vecchi che la Formula 1 è dei fan. L’unica cosa da fare è di riportare i fan a guardare le gare e quindi attrarre più sponsor e fare spettacolo. Gli americani su queste cose ci sanno fare, quindi spero che la Formula 1 ritorni ad essere uno spettacolo“.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE