F1, Claire Williams a ruota libera: ecco tutta la verità sull’affare Bottas-Lowe

Intervistata dalla Gazzetta dello Sport, Claire Williams ha parlato dell’affare Bottas e dei motivi che l’hanno spinta a puntare su Massa e Stroll

Protagonista del mercato e di un mondo che, piano piano, sta scoprendo la forza delle donne.

LaPresse/Photo4
LaPresse/Photo4

Claire Williams è stata senza dubbio una delle attrici principali della telenovela che, negli scorsi mesi, ha finito per portare Valtteri Bottas alla Mercedes. Una trattativa lunga ed estenuante che la figlia di Sir Frank Williams è riuscita a condurre con la personalità di una veterana, senza intaccare minimamente il budget del proprio team. Le scelte difficili non hanno mai spaventato Claire che, adesso, è pronta ad iniziare una nuova stagione in Formula 1 puntando sul veterano Massa e sul giovane Lance Stroll. “L’accordo con la Mercedes per Bottas non ha nulla a che vedere con il discorso motori – ci tiene a sottolineare il team principal della Williams in un’intervista rilasciata alla Gazzetta dello Sport – aggiungo però che tutto quello che è stato fatto è andato a beneficio del team. Lowe? No comment“.

LaPresse/Photo4
LaPresse/Photo4

Nel frattempo a Grove è tornato Felipe Massa: “siamo consapevoli che non potevamo affrontare un campionato 2017, che costituisce una nuova era per la F.1, con due giovani. Per garantire a Lance il sostegno di cui ha bisogno per crescere e dare ai nostri tecnici l’opportunità di sviluppare la macchina, era necessario un mix di esperienza, stabilità e talento. Felipe è un pilota molto amato dal team ed eravamo convinti che fosse l’unico in grado di rimpiazzare Valtteri. Siamo contenti che abbia accettato la sfida“.

Al fianco del brasiliano ci sarà Lance Stroll: “ci sono state tante illazioni sul coinvolgimento di Stroll nel team ma voglio chiarire che noi non siamo una scuderia che ingaggia piloti senza talento.

LaPresse/PA
LaPresse/PA

E Lance ha dimostrato di avere le credenziali giuste e di meritarsi la F.1. Lo stiamo preparando al debutto con un misto di giorni spesi al volante della monoposto, un intensivo lavoro al simulatore e una immersione totale nella scuderia. Questo 2017 rappresenterà per lui un anno di apprendimento e sono convinta che sarà lui il primo ad ammettere che ha tanto da imparare ma credo che stia anche assaporando il gusto di questa nuova avventura. Il metro di paragone di Lance saranno tutti gli altri rivali non solo Verstappen! Comunque lui sarà concentrato solo sul proprio lavoro. Mi aspetto che si metta in sintonia col team e impari da un pilota di esperienza come Massa, fa parte della storia della Williams prendere giovani talenti e trasformarli in piloti vincenti e sono convinta che succederà pure con lui.