LaPresse/PA

Dopo la mezza giornata di test svolta questa mattina prima di cedere il volante ad Hamilton, Bottas ha espresso le sue sensazioni

Settantanove giri percorsi e un crono niente male, utile per piazzarsi al secondo posto nella classifica dei tempi di fine mattinata dietro il solo Sebastian Vettel. Il primo giorno di fatica per Valtteri Bottas si è concluso positivamente, solo mezza giornata in pista per il finlandese, utile però per avvertire buone sensazioni al volante della W08H.

LaPresse/PA
LaPresse/PA

Un inizio di test diverso rispetto allo scorso anno – ha spiegato Bottas ai microfoni di Motorsport.comma ovviamente le novità per me non sono solo il cambio di team. Il cambiamento maggiore resta quello imposto dal regolamento tecnico, macchina più grande, maggiore trazione. Ma è pur sempre una monoposto con quattro ruote, un motore ed un volante. Una volta in pista… Si va. Avevo già avuto un bel feeling nel filming-day di Silverstone, ed oggi è stato tutto confermato. Abbiamo completato i test che avevamo previsto: prove meccaniche, raccolta dati, verifiche, il tutto senza imprevisti.

LaPresse/PA
LaPresse/PA

Il tempo sul giro? Non è quello che abbiamo inseguito oggi. La squadra mi ha chiesto di macinare chilometri, completare il programma di lavoro che prevedeva test meccanici, qualche long-run e prove di soluzioni differenti. Non abbiamo avuto problemi, e alla fine l’obiettivo di questi test è anche quello di rendere la vettura affidabile. La squadra ha lavorato molto bene in inverno, è stata impressionante. Finora non abbiamo avuto alcun imprevisto. Le nuove monoposto sembrano essere molto più difficili da domare, Bottas lo conferma: “c’è tanto grip in più, sono vetture più impegnative ma anche più veloci ed affascinanti. Il miglioramento nelle curve veloci è notevole, non sono mai andato così forte in quei punti nella mia carriera.

LaPresse/PA
LaPresse/PA

Ci sarà poi da familiarizzare al meglio sessione dopo sessione con il comportamento degli pneumatici, ma c’è tempo”. Sulla condivisione dei dati con Hamilton, Bottas svela: “finora tra me e Lewis non ci sono davvero problemi, è andata molto bene, stiamo condividendo tutto. E non vedo motivi per cui il nostro rapporto non possa proseguire così anche in futuro. Rosberg? Non ho parlato ancora con Nico, ma spero di avere l’occasione per farlo. Quando ho saputo che avrei guidato per la Mercedes, ho iniziato a lavorare per ambientarmi al meglio nel team. Ho chiesto tante informazioni a diverse persone della squadra, e tutti sono stati molto disponibili ad aiutarmi”.