LaPresse

Alessandro Moggi si racconta nel suo libro con confessioni che farebbero accapponare la pelle a qualsiasi tifoso: ecco tutti i segreti del procuratore sportivo figlio di Luciano

Dai drammi di Calciopoli al suicidio (mancato), i segreti di Alessandro Moggi : “andai in bianco con la D’Amico” – Dopo lo scandalo che ha coinvolto il padre nello scandalo del calcio più famoso d’Italia, Alessandro Moggi ha passato dei momenti duri e difficili. In un libro, dal titolo “Figlio di: la mia vita nel mondo del calcio nonostante tutto“, il procuratore sportivo ha raccontato uno dei periodi più brutti della sua vita, gli anni di Calciopoli, in cui Moggi Jr ha dovuto affrontare tutto ciò che era riservato al padre.

Dai drammi di Calciopoli al suicidio (mancato), i segreti di Alessandro Moggi : “andai in bianco con la D’Amico” – Ho pensato seriamente al suicidio. – ha scritto Alessandro Moggi – Tanti cari saluti, tutto sommato è stato bello. Ci sono stati momenti in cui avrei voluto ammazzarmi, ma per farlo ci vogliono le palle: per fortuna, non ne ho mai avute così tante. Se sono vivo devo ringraziare i miei figli, la medicina di tutto, le mie due enormi lacrime di felicità”. “Stesso cognome, due mondi diversi. C’era chi era arrabbiato con lui e se la prendeva con me”, racconta. Sull’ipotesi di una storia con Ilaria D’Amico poi il figlio di Luciano Moggi ha confessato: “andammo insieme a Parigi a bordo di un aereo privato, ma alla fine andai in bianco. Fu il cazzeggio di un trentenne. Ilaria ha esagerato, si è montata la testa. Adesso con Raffaella Fico sono davvero io”. 

Dai drammi di Calciopoli al suicidio (mancato), i segreti di Alessandro Moggi : “andai in bianco con la D’Amico” – Per quanto riguarda il suo lavoro, Alessandro Moggi ammette di aver avuto difficoltà anche a proseguire con la sua professione di procuratore sportivo. Quando fu scoperto Calciopoli anche i Sensi, allora presidenti della Roma e De Laurentiis Presidente del Napoli, gli si rigirarono contro. Come riporta Il Mattino infatti Franco Sensi “spinse Francesco Totti a revocare la procura a Franco Zavaglia, storico socio di Moggi Junior”. Nella stessa maniera il Napoli, come Il Corriere dello Sport scrive, trattò Moggi in malo modo. “Durante la trattativa De Laurentiis affermò: ‘se c’è Moggi jr. di mezzo io non ve lo do più”.  Con Ghoulam e Tonelli poi altri problemi con il Presidente del Napoli che insistette dicendo:mollate subito Moggi, io con quello non voglio avere niente a che fare”.