LaPresse/Marco Alpozzi

Gli organizzatori hanno annunciato le squadre che parteciperanno il Tour of the Alps, corsa che ha sostituito il Giro del Trentino

LaPresse/Marco Alpozzi
LaPresse/Marco Alpozzi

La sinergia instaurata dal Trentino, territorio di elezione della manifestazione, con l’Alto Adige e il Tirolo dà vita ad un progetto transfrontaliero che porta in dote 40 anni di storia (quante sono state le edizioni del Giro del Trentino, appunto) ma si ripromette di viverne molti altri sotto le insegne dell’Euregio. Autorità, personaggi, campioni, media hanno salutato il battesimo della manifestazione che si sviluppa in cinque tappe (una più del consueto) e propone un percorso di elevato contenuto tecnico. Una corsa blasonata considerata da sempre un importante appuntamento di avvicinamento al Giro d’Italia. Con un nome forte e un logo comune che riprende i colori dei tre partner Euregio, l’immagine attraente del neonato Tour of the Alps rispecchia volutamente quella del campionato mondiale di ciclismo su strada Uci del 2018 a Innsbruck, e attraverso questo grande evento si arricchisce di ulteriore forza comunicativa.

Per questa edizione del Tour of the Alps sono state invitate 18 squadre (7 WorldTour, 7 Professional, 3 Continental e la squadra formata dal Team Italia).

Le squadre iscritte al Tour of the Alps

Team World Tour
Ag2R
Astana
BMC
Bora Hansgroh
Cannondale – Drapac
Fdj
Sky

Team Professional
Androni Siedermec
Aqua Blue Sport
Bardaini CSF
Caja Rural Seguros RGA
Gazprom RusVelo
Nippo Vini Fantini
Wilier Triestina

Team Continental
Bike Aid
Sangemini – MG. K Vis
Tirol Cycling

Squadre nazionali
Team Italia

In rosso le squadre italiane.