LaPresse/Fabio Ferrari

Per preparare al meglio il Giro d’Italia, Nairo Quintana si allena in ‘segreto’ a Piancavallo, salita mitica che ha reso celebre Marco Pantani

 LaPresse/EFE
LaPresse/EFE

Nairo Quintana si prepara per il Giro d’Italia e ha intenzione di vincere la corsa in rosa insieme  al Tour de France. Il ciclista ieri ha visionato la salita di Piancavallo in Friuli, ovvero l’ultimo arrivo della 19ª tappa del Giro. Ad assistere Quintana nei suoi allenamenti c’era Ruben Fernandez, compagno di squadra alla Movistar. A scoprire che il colombiano si sta allenando li è stato Davide Cimolai, corridore della FDJ e friulano doc.

davide cimolaiSono uscito in tarda mattinata e mi stavo dirigendo verso Sacile quando ho incrociato Quintana, accompagnato da Ruben Fernandez. Andavano ad Aviano, all’attacco della salita di Piancavallo, che non era nei miei programmi. Ci siamo però fermati a chiacchierare e gli ho spiegato la strada: sono 15 km di salita, i più duri sono i primi 7, – ha dichiarato Cimolai come riportato da La Gazzetta dello Sport -. Gli ho detto che, se vuole fare la differenza, deve attaccare subito nella prima parte. Non è un arrivo di per sé durissimo, ma saremo nella terza settimana, con tanta stanchezza nelle gambe e dopo tappe al cardiopalma”.
LAPRESSE
LAPRESSE

Secondo quanto riportato dal giornale, Quintana oggi visionerà il percorso della 20ª tappa della corsa in rosa e cercherà di studiare nei minimi dettagli il muro di  Ca’ del Poggio, il monte Grappa e la salita di Foza. La salita di Piancavallo porta con sé un grande ricordo, quello di Marco Pantani che nel 1998 staccò tutti i suoi avversari e centrò la vittoria al Giro d’Italia. Nello stesso anno il ‘Pirata’ indossò anche la maglia gialla al Tour de France sui Campi Elisi. Che Quintana stia ripercorrendo quella stessa annata? Vincere Giro e Tour è una grande impresa e in pochi ci sono riusciti, ma se il colombiano sarà assistito dalla squadra, dalla fortuna e soprattutto dalla condizione, potrà farcela.