Gloria Hooper fa sfracelli al Samford Invitational in Alabama, l’azzurra vince sia la finale dei 60 metri che quella dei 400

Una tripletta di successi in cinquecentoventi metri e due ore di gare per l’azzurra Gloria Hooper al Samford Invitational di Birmingham, in Alabama (USA). La 24enne dei Carabinieri si è aggiudicata la vittoria nella finale dei 60 metri con 7.38, a tre centesimi dal suo miglior risultato stagionale di 7.35 ottenuto un mese fa sulla stessa pista. Alle sue spalle la statunitense Chastity Riggien in 7.41.

In batteria, la sprinter veronese aveva, invece, sbaragliato la concorrenza nel tempo di 7.44. Nemmeno un’ora dopo la Hooper – che da alcuni anni vive e si allena insieme alla campionessa europea Libania Grenot negli Stati Uniti, sotto la guida del tecnico Loren Seagrave – è arrivata anche l’ultima fatica della giornata: i 400 metri. Sul doppio giro di pista coperto, l’azzurra è risultata nuovamente la più veloce in 53.80. Migliorato di 48 centesimi il recente primato personale (54.28 il 27 gennaio a Clemson), a 68 centesimi dal suo miglior crono di sempre all’aperto (53.12 nel 2015).