LaPresse/Daniele Badolato

L’allenatore dell’Arsenal Arsene Wenger parla del suo futuro: le sue parole lasciano la porta aperta al possibile arrivo di Allegri

LaPresse/PA
LaPresse/PA

Wenger-Arsenal-Allegri, intreccio allora –Qualunque cosa succeda, allenerò per un altro anno. Qui o da qualche altra parte. Questo è sicuro. Nel suo momento più difficile dell’esperienza ventennale sulla panchina dell’Arsenal, Arsene Wenger tira fuori le unghie e annuncia che il suo ritiro dalle scene è ancora lontano. In una conferenza stampa, il 67enne allenatore francese si dice deluso dal 5-1 subito dai Gunners in Champions League contro il Bayern Monaco ma non a tal punto da decidere l’addio al calcio a fine stagione.

LaPresse/PA
LaPresse/PA

Wenger-Arsenal-Allegri, intreccio allora – Una puntualizzazione che però lascia aperta la porta ad un possibile arrivo di Massimiliano Allegri alla guida del club londinese, visto che il contratto di Wenger scadrà a fine stagione e che il transalpino deciderà su un eventuale prolungamento tra marzo ed aprile prossimi. “Se ho detto a marzo o aprile è perché non lo so. E non voglio tornare su questo argomento – ha detto Wenger in una conferenza stampa – Sono abituato alle critiche ma credo che nella vita sia importante fare quello che si pensi sia giusto. Ricopro un ruolo pubblico e debbo accettare tutti i giudizi, pero’ devo comportarmi secondo i miei valori“.

LaPresse/Reuters
LaPresse/Reuters

Wenger-Arsenal-Allegri, intreccio allora –Anche se andassi via, l’Arsenal non vincera’ ogni singola partita in futuro, non è più come prima del mio arrivo – spiega ancora il manager transalpino, con i Gunners dal 1996 – L’importante è che il club prenda la decisione giusta per il futuro. Ho a cuore questa societa’ ed il suo futuro ed e’ molto importante che il club sia in mani sicure“, ha concluso Wenger (ITALPRESS).