LaPresse/Francesco Mazzitello

In una stagione disastrosa le uniche luci sono Falcinelli e Cordaz, deludono invece Crisetig e Mesbah: promossi e bocciati in casa Crotone

Due sole vittorie, buone prestazioni ma pochi punti. E’ questo il riassunto della prima parte di stagione del Crotone, affacciatosi quest’anno per la prima volta in serie A. L’entusiasmo della cavalcata compiuta l’anno scorso in B si è via via spento, ma gli uomini di Nicola non hanno nessuna intenzione di mollare, giocandosi tutte le proprie chances per centrare una straordinaria salvezza.

LaPresse/Francesco Mazzitello
LaPresse/Francesco Mazzitello

Promossi 

Diego Falcinelli – Un inizio non proprio incoraggiante aveva generato i primi dubbi sull’attaccante di proprietà del Sassuolo che, con il passare delle settimane, è tornato sui suoi soliti livelli. Cinque gol e una presenza costante in area di rigore, è senza dubbio Falcinelli l’uomo in più di questo Crotone.

Alex Cordaz – Nonostante l’esordio in serie A sia arrivato alla veneranda età di 33 anni, il portiere classe ’83 sembra un veterano di questa categoria. Personalità, grinta e parate da stropicciarsi gli occhi: tutti ingredienti del repertorio di Cordaz che si candida senza dubbio a ruolo di sorpresa (positiva) di questo campionato.

LaPresse/Spada
LaPresse/Spada

Bocciati

Lorenzo Crisetig – Arrivato in prestito dal Bologna per prendere le chiavi del centrocampo calabrese, il giocatore friulano non ha mai trovato il mazzo giusto, rimanendo spesso fuori dalla… ‘porta’ rossoblu. Tredici presenze senza brillare, condite da ben sei gialli che lo rendono uno dei centrocampisti più ‘cattivi’ dell’intera serie A.

Djamel Mesbah – La stagione del terzino algerino è iniziata in ritardo a causa di un infortunio che lo ha tenuto lontano dai campi di gioco per molto tempo. Dopo essere rientrato, però, il minutaggio di Mesbah è rimasto piuttosto basso, assestandosi sui 443 minuti. Un po’ poco per un calciatore che ha giocato la Champions