Seedorf-Berlusconi, c’eravamo tanto amati: “ecco cosa dico del Presidente del Milan”

SportFair

Seedorf non risparmia una stoccata al suo ex Presidente Berlusconi: “il Mila esisteva ed esisterà anche senza di lui”

LaPresse/Federico Ferramola
LaPresse/Federico Ferramola

Seedorf-Berlusconi, scintille Milan – Per anni il loro è stato un rapporto davvero speciale, poi una rottura insanabile quando i ruoli sono cambiati. Clarence Seedorf da calciatore era uno dei preferiti di Silvio Berlusconi, che poi lo ha voluto anche come allenatore della sua squadra. Ma qui il rapporto si è incrinato. “Il Milan esisteva prima di Berlusconi ed esisterà dopo. L’anima di una squadra deriva dai tifosi e quelli restano, mi pare. I cinesi buttano un sacco di soldi ma hanno un obiettivo chiaro e concreto”, le parole dell’ex numero 10 del Milan rilasciate a ‘La Stampa’.

LaPresse/Spada
LaPresse/Spada

Seedorf-Berlusconi, scintille Milan – Seedorf che parla anche del Milan attuale: “i giovani sono brillanti. A loro, però, va concesso il diritto di poter sbagliare, di poter cadere e poi anche di crescere e rialzarsi. Una grande squadra non può basarsi interamente sui giovani, perché la loro caratteristica tipica è quella di avere alti e bassi. Non possono fungere da motore. O almeno non in una società come il Milan“. Firmato Clarence Seedorf.

Condividi