ph Twitter @juventus

Il centrocampista della Juventus Rincon racconta le emozioni del suo arrivo in bianconero. E indirettamente (ma non troppo) lancia una stoccata alla Roma

LaPresse/Valerio Andreani
LaPresse/Valerio Andreani

Rincon-Juventus, sogno bianconero – “Questi giorni sono stati un sogno che adesso e’ diventato realta’. Ringrazio la societa’ per la fiducia che mi ha dimostrato“. Queste le prime parole di Tomas Rincon nel giorno della sua presentazione come nuovo centrocampista della Juventus. “Appena ho sentito il nome della Juve non ho avuto nessun dubbio, qui si gioca per vincere e a me piace lavorare tutti i giorni per dare sempre il massimo e conquistare titoli. Per me e’ un onore essere compagno di Buffon che per me e’ il miglior portiere del mondo – ha proseguito ‘El General’ -. Sono stato accolto bene, si sono messi tutti a disposizione, tra i miei nuovi compagni conoscevo Sturaro e Mandragora, oltre ai sudamericani affrontati come avversari con la nazionale e con Il Genoa“.

LaPresse/Valerio Andreani
LaPresse/Valerio Andreani

Rincon-Juventus, sogno bianconero – Ad un passo dalla Roma, adesso giocherà con la maglia numero 28 bianconera. “Mi e’ sempre piaciuto l’8, ma qui ce l’ha Marchisio, sono arrivato alla Juve a 28 anni e per questo l’ho scelto“. Rincon non dimentica la sua nazione. “Per il Venezuela il mio arrivo alla Juve e’ una cosa meravigliosa, il nostro calcio sta crescendo e il fatto che uno di noi sia in un club importante come questo puo’ essere importante per tanti altri venezuelani, sono orgoglioso di portare la bandiera del mio Paese in questa societa’“. Rincon ringrazia Gasperini “un grande allenatore che mi ha fatto crescere tanto, per me e’ stato molto importante”. (ITALPRESS).