LaPresse/EFE

Lo Stadio Maracanà di Rio de Janeiro rimane al buio: troppi debiti

Lo stadio di calcio Maracanã di Rio de Janeiro, ormai in stato di abbandono da settimane, è stato anche lasciato senza elettricità a causa dei debiti accumulati da mesi con l’azienda energetica locale.
Secondo quanto svelato da ‘O Globo’, i debiti accumulati con l’azienda Light da ottobre ammontano a 2,8 milioni di reales (881.000 dollari). Le fatture non pagate, almeno in parte, appartengono al Comitato Organizzatore dei Giochi Olimpici di Rio 2016: la situazione critica del mitico impianto è emersa da qualche settimana a causa di controversie tra Rio 2016 e il consorzio amministratore dello stadio, Maracana S.A., controllato quasi interamente dalla società di costruzioni Odebrecht.

LaPresse/Reuters
LaPresse/Reuters

Il gruppo si rifiuta di riprendere in gestione lo stadio, sostenendo che il Comitato organizzatore di Rio 2016 lo ha riconsegnato – all’inizio di novembre – in cattive condizioni, tra le altre cose con i sedili strappati e problemi con le porte e le ringhiere. A causa della mancanza di manutenzione il prato dello stadio è ormai secco.
Il quotidiano ‘Globo’ ha recentemente riportato anche il furto di due busti, televisori e cavi all’interno dei locali. Il consorzio Maracana S.A. si è inoltre rifiutato di rispettare un ordine del tribunale giudiziario che chiede di recuperare lo stadio con la minaccia di imporre una multa equivalente a 62.000 dollari al giorno. (ADNKRONOS)