L’ex centrocampista della Juventus Pogba alza la voce: “Messi e Cristiano Ronaldo? Mi fanno innamorare del calcio, ma io voglio diventare il numero uno”

LaPresse/Daniele Badolato
LaPresse/Daniele Badolato

Urlo Pogba – Per adesso deve accontentarsi di essere fra i migliori ma l’obiettivo resta sempre quello: diventare un giorno lui il numero uno. Lunedì la Fifa assegna il premio di miglior giocatore dell’anno e Paul Pogba farà il tifo per il compagno di nazionale Griezmann, in corsa con Messi e Ronaldo. “Sono molto orgoglioso di lui, so quello che ha passato – racconta l’ex juventino a Fifa.com – Quando è arrivato all’Atletico, spesso era in panchina, mi raccontava della sua frustrazione, ma ha continuato a lavorare duro e ora e’ li’. Sono felicissimo per lui“.

LaPresse/REUTERS
LaPresse/REUTERS

Urlo Pogba – Ma sara’ dura scalzare gli altri due, che dal 2008 si dividono il riconoscimento di miglior giocatore al mondo. “Quando finirà questo duopolio? Quando smetteranno di segnare e di giocare al loro livello, o quando ci saranno altri giocatori al loro livello o anche superiori. Ma non so quando succederà. Adoro vederli giocare, segnare, mi fanno innamorare ancora di piu’ del calcio e mi spingono a migliorarmi ancora di piu’“.

LaPresse/PA
LaPresse/PA

Urlo Pogba – Pogba aveva trovato spazio fra i 23 candidati ma il prossimo passo e’ finire nell’ultima short-list. “E’ un traguardo ancora lontano – ammette – E’ bello essere fra i primi 10, i primi 5 o i primi 3 ma non e’ la cosa che mi interessa di piu’ perche’ voglio essere il numero 1. Devo continuare a lavorare duro e giocare bene perche’ non mi piace essere secondo o terzo“. (ITALPRESS).