LaPresse/Reuters

Il Setterosa cede all’Ungheria nel terzo turno della fase preliminare di World League

A Budapest l’Italia fa la partita, l’Ungheria la vince ai rigori. Setterosa quasi perfetto ieri sera per oltre tre quarti di gara, avanti 10-8 a tre minuti dalla fine e raggiunto quando mancavano gli ultimi tre secondi dal gol di Czigany che in superiorita’ pareggia. Tutto nasce da un fallo in attacco fischiato a Queirolo con le azzurre a gestire l’ultima azione. Si va ai rigori dove Gangl neutralizza i tiri di Emmolo e Queirolo, mente Barzon colpisce il palo. Una parata anche di Gorlero (su Keszthelyi) ma non basta ad evitare il 13-11 delle campionesse europee. Nel terzo turno della fase preliminare di World League l’Ungheria stacca di una lunghezza l’Italia in classifica e guida il girone B con 5 punti. Ad Atene, nel gruppo A, la Grecia batte la Russia 8-7 (3-2, 2-2, 1-2, 2-1) e passa al comando della classifica con 4 punti. Gara diretta dall’italiano Filippo Gomez in coppia con la francese Anne Grandini.

Partita dominata dal primo all’ultimo minuto e persa ai rigori immeritatamente – il commento del ct azzurro Fabio Conti -. Sono soddisfatto dell’atteggiamento e dell’approccio alla partita da parte della mia squadra, al cospetto di un avversario importante e in un ambiente difficile. In attacco abbiamo costruito molto e in difesa abbiamo subito molti falli pur giocando a zona. Ci sono state alcune chiamate poco comprensibili ma abbiamo sempre reagito con pazienza e intelligenza. Ciò che più mi interessava era vedere la tenuta delle ragazze dopo 45 giorni in cui non si sono allenate insieme. E mi sono piaciute. Sappiamo dove lavorare e meccanismi migliorare“. (ITALPRESS).