LaPresse/Spada

Maurizio Sarri non vuole sentir parlare di Real Madrid, concentrandosi solo su Sampdoria e Spezia

Come sta il Napoli è difficile dirlo, lo vedremo domani. Abbiamo lavorato tanto. Adesso vedremo le risposte con la Samp. Per Chiriches adesso non so se gioca, le sensazioni sono positive. Abbiamo delle assenze ma anche giocatori pronti a prendere il posto“.

LaPresse/Valerio Andreani
LaPresse/Valerio Andreani

Maurizio Sarri non cerca alibi alla vigilia della sfida contro la Sampdoria in programma domani sera al San Paolo, primo impegno del 2017. Il mercato ha regalato l’arrivo di Pavolettima non lo so se lo convoco. Deve finire un processo di guarigione. Ha fatto qualcosa di tattica, se oggi viene dentro valuteremo. E’ un ragazzo che arriva da un infortunio. Vediamo se ci può dare una mano. E’ un giocatore che ci può aiutare, ha caratteristiche diverse dai nostri attaccanti. E’ un’alternativa diversa rispetto agli altri“. Sulla panchina della Samp c’è quel Marco Giampaolo che come Sarri ha fatto bene a Empoli. “Non credo alla sfida tra me e Giampaolo ma tra Napoli e Sampdoria, è una gara con un livello di pericolisità elevato. Sono bravi in difesa e forti in attacco.

LaPresse/Valerio Andreani
LaPresse/Valerio Andreani

Giampaolo ha idee che ho sempre stimato molto“. Sarri ringrazia poi Prandelli per gli elogi “ma poi c’è da trasformare la prestazione in risultati e non sempre ci riusciamo. Il nostro limite è questo. Vediamo se riusciamo a porvi rimedio. Ho visto gettare punti con prestazioni notevoli. Guardiola ha detto che non allenerà fino a 60? Beh, ha preso il Barcellona a 37 anni, credo che io per vincere devo aspettare ancora molto. Col Napoli? Vedremo, stiamo crescendoIl Real Madrid? Sarei un folle se pensassi già al match di Champions. Ho trascorso le vacanze guardando sette partite della Samp e tre dello Spezia. Ci vuole tempo, pensiamo a sfidare un’avversaria per volta“. (ITALPRESS)