LaPresse/EXPA

Pol Espargarò tra novità, obiettivi e risultati da raggiungere: ecco le sensazioni dello spagnolo in vista della stagione 2017 di MotoGp

Manca ormai poco per poter rivedere i campioni della MotoGp nuovamente in sella alle loro due ruote. Per l’inizio del campionato Mondiale bisogna ancora aspettare qualche mese, ma a fine gennaio ci saranno tre importanti giornate di test a Sepang che daranno un primo gustoso assaggio.

Gli occhi saranno puntati in particolar modo sulle novità, ovvero su Iannone in Suzuki, Lorenzo in Ducati e Vinales in Yamaha ma anche altri piloti inizieranno delle nuove avventure, come per esempio Pol Espargarò, passato alla Ktm e seguito dal preparatore Marc Rovira che ha deciso di dire “addio” a Jorge Lorenzo.

Ho imparato un sacco di cose sia sulla moto che fuori la pista. Credo che saranno usate con KTM, anche se sono ancora giovane e ho un sacco di cose da imparare. Spero di continuare a imparare fino a quando andrò in pensione”, ha dichiarato lo spagnolo a MotoGp.com .

LaPresse/Alessandro La Rocca
LaPresse/Alessandro La Rocca

KTM ha grandi idee. Dove vanno, vincono. Quindi sono fiducioso del loro potenziale, ma è ancora un progetto giovane. Quindi abbiamo bisogno di esperienza. Dobbiamo migliorare dalla prima gara all’ultima. Siamo qui per provare e dimostrare che KTM può farlo”, ha aggiunto Espargarò che nella prossima stagione vuole collaborare col suo compagno di squadra, Bradley Smith e non entrare da subito in competitività con lui: “il tuo compagno di squadra è la prima persona che devi battere, ma di sicuro abbiamo bisogno di aiutarci l’un l’altro. Abbiamo bisogno di iniziare dalla base, step-by-step, e lavorare insieme. Quando saremo in cima, se ci arriviamo, combatteremo tra noi. Ma fino ad allora dobbiamo aiutarci a vicenda!”.

LaPresse/Costanza Benvenuti
LaPresse/Costanza Benvenuti

Infine Pol si dice certo degli ottimi risultati che il connazionale Vinales raggiungerà nella prossima stagione con la Yamaha: “sono convinto che farà molto bene. Si tratta di una pilota con enorme talento e Yamaha va bene. Jorge (Lorenzo) con la Ducati non so… anche se la sua guida è incredibile e farà esplodere la Ducati”, ha aggiunto al giornale spagnolo AS, dichiarando anche che secondo lui solo un pilota potrà tenere testa a Marc Marquez: “credo Maverick, è giovane, di talento, la moto va veloce e non vedo Valentino al livello di Maverick”.