LaPresse/EFE

Nell’ultimo capito di un libro edito da Cúpula nel nuovo formato eFanswerLorenzo svela cosa lo ha portato a scegliere la Ducati

Il periodo in Yamaha è ufficialmente alle spalle, conclusosi al termine del contratto scaduto lo scorso 31 dicembre. Jorge Lorenzo è adesso a tutti gli effetti un pilota della Ducati, pronto a perseguire l’obiettivo di riportare a Borgo Panigale quel titolo che manca dai tempi di Stoner.

LaPresse/EFE
LaPresse/EFE

A svelare i motivi che lo hanno spinto a scegliere il team in rosso è proprio lo spagnolo nell’ultimo capitolo di un libro edito con il nuovo formato e-Fanswer, caratterizzato da un botta e risposta con i tifosi. “E’ stata la voglia di vincere con una moto così che mi ha convinto a cambiare. Yamaha aveva offerto il rinnovo sia a me che a Valentino Rossi. Lui ha firmato subito, mentre io avevo qualche dubbio in più, oltre ad altre offerte. Alla fine ho scelto un altro team, ma la mia decisione non è stata influenzata da fattori esterni. Il mio obiettivo è continuare a vincere, quando hai vinto tanto non è facile mantenere alta la motivazione, ma da questo punto di vista io sono insaziabile. La sensazione che provo quando vinco per me è come una droga. Voglio scrivere la storia con Ducati, voglio vincere un titolo anche con un’altra moto: è questo il mio principale obiettivo. Ritiro? Continuerò a gareggiare in MotoGP finché avrò la giusta motivazione – conclude Lorenzo – non so dire fino a quando, ma la voglia e l’ambizione sono ancora tante“.