Uccio Salucci, fidato amico di Valentino Rossi, ammette che senza Lorenzo in Yamaha si respira un’aria diversa. Mentre sul ritiro del Dottore…

Il 2017 è finalmente iniziato. Manca poco ormai per rivedere i campioni della MotoGp nuovamente in pista anche se solo per qualche giornata di test.

LaPresse/Alessandro La Rocca
LaPresse/Alessandro La Rocca

Intanto però arrivano le prime dichiarazioni che probabilmente faranno discutere: in una recente intervista a motorcyclenews.com, Uccio, braccio destro e amico fidato di Valentino Rossi ha parlato della nuova atmosfera in Yamaha dopo il trasferimento di Lorenzo in Ducati

L’atmosfera nel team è fantastica ora che Lorenzo è andato via ed è arrivato Viñales. Lui è molto veloce e molto giovane, ma l’atmosfera è comunque eccezionale. La moto ha bisogno di migliorare un po’, ma spero che abbia ancora un grande potenziale a disposizione“, ha dichiarato.

LaPresse/Reuters
LaPresse/Reuters

Vedremo come cambieranno le cose per Vale, perché Lorenzo era molto forte e aveva tanta esperienza mentre Maverick forse ha bisogno di un anno per comprendere bene le cose, o almeno spero. E’ molto veloce sul giro singolo, ma staremo a vedere come si comporterà in gara. Però ha quindici anni meno di Vale: forse è una sfida troppo grande!“, ha aggiunto Uccio.

Impossibile poi non parlare di un eventuale e forse non troppo lontano ritiro di Valentino Rossi: “abbiamo 37 anni, e di sicuro dovremmo smettere nei prossimi due anni… ma con Valentino non si sa mai! Dipenderà dal fatto se sarà veloce o meno, ma se continua come ha fatto in quest’ultima stagione perché dovrebbe smettere? Se deve smettere lui, allora ci sono anche altri 22 piloti che gli sono arrivato dietro che dovrebbero smettere!“, ha concluso.